Vittorio Feltri si schiera dalla parte del governo nell’emergenza coronavirus. Una notizia, visto che il fondatore del quotidiano Libero non risparmia ogni giorno critiche anche feroci al governo guidato da Giuseppe Conte. Il premier ha illustrato il contenuto del nuovo decreto anti Covid varato dal consiglio dei ministri nella giornata di mercoledì 7 ottobre. Obbligo (o consiglio) di mascherina quasi ovunque, anche nella propria abitazione se si invitano parenti o amici, questa in sintesi la novità più importante. Una prescrizione che Feltri, ospite di Stasera Italia, invita caldamente a rispettare in silenzio.

Vittorio Feltri ospite di Stasera Italia

Vittorio Feltri comincia il suo intervento a Stasera Italia dando ragione ad Alessandro Sallusti. Il collega direttore de Il Giornale ha appena ricordato i numerosi attacchi subiti dalla Regione Lombardia all’inizio della pandemia “quando fu travolta dal virus”. A sentire le critiche, commenta Feltri, “sembrava che fosse colpa dei lombardi il fatto che la malattia galoppasse a quella velocità”. Il giornalista si sente parte integrante della comunità lombarda, per questo decide di coinvolgersi direttamente nella questione affermando che “ci rimproveravano perché noi abbiamo la passione per il lavoro, perché siamo sempre intenti a guadagnare e a fare cose concrete”.

Feltri: ‘La Lombardia aiuterà la Campania’

Detto questo, Vittorio Feltri ricorda l’episodio dell’apertura dell’ospedale nei padiglioni dell’Expo di Milano, al cui finanziamento hanno “contribuito in modo sostanzioso” anche lui e Sallusti. Questo fatto però è costato loro un attacco da parte di alcuni giornali che li hanno accusati di volere un ospedale che “non sarebbe servito a niente”.

Ora, invece, “se serve ai campani diventa un ospedale importante”. Secondo Feltri, comunque, in questo momento storico bisogna cercare di “non polemizzare”. Lui si dice “convinto che la Lombardia aiuterà la Campania fin dove potrà”, visto che si tratta di una regione italiana che “merita di essere aiutata nel modo migliore possibile”.

Il direttore di Libero difende le decisioni del governo sul coronavirus

Ma è verso la fine del suo intervento che il direttore stupisce tutti. Feltri si dice infatti convinto che “tutti quanti ci dobbiamo rendere conto che questo virus è veramente micidiale”. E, proprio per questo, “anche se il governo talvolta sbagliando impone dei provvedimenti restrittivi, noi dobbiamo stare zitti e cercare di obbedire”. Obbedienza dovuta, precisa il giornalista, per il “nostro interesse”. Magari non un interesse personale, conclude, ma dei “nostri familiari”.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!