Marco Travaglio attacca duramente Teresa Bellanova e fa infuriare Maria Elena Boschi. La miccia che ha fatto deflagrare lo scontro politico tra il direttore del Fatto Quotidiano e le due esponenti di Italia viva, è stata la notizia dello slittamento del vertice tra Matteo Renzi e il premier Giuseppe Conte, previsto per martedì 15 dicembre. La motivazione ufficiale fornita dai renziani è che la ministra delle Politiche agricole fosse impegnata in un importante vertice europeo a Bruxelles, facendo così mancare la sua presenza, ritenuta fondamentale, nella delegazione di Iv che avrebbe dovuto incontrare Conte.

Tanto è bastato per indurre Travaglio a vergare un editoriale di fuoco nel quale parla di Bellanova come di “braccia rubate all’agricoltura”. Un’offesa inaccettabile secondo la sua compagna di partito, Maria Elena Boschi, che se la prende col giornalista.

L’editoriale di Marco Travaglio: ‘La vispa Teresa’

Nell’editoriale pubblicato sul Fatto Quotidiano mercoledì 16 dicembre, Marco Travaglio utilizza tutta la sua vena ironica e sarcastica. Già il titolo "La vispa Teresa", riferito naturalmente a Teresa Bellanova, riprende una poesia di Luigi Sailer, scritta intorno al 1850. Poi, il giornalista va subito dritto al punto della questione, ovvero il mancato incontro Renzi-Conte, bollando come “nulla cosmico” il partito dell’ex presidente del Consiglio (2014-2016).

Un vertice “rinviato a data da destinarsi - commenta pungente Travaglio - perché la cosiddetta ministra Bellanova ha scoperto con sua grande sorpresa di essere a Bruxelles, per la gioia delle restanti capitali europee”.

Travaglio ironizza su Bellanova: ‘Dovrà tornare a piedi da Bruxelles’

Marco Travaglio ironizza sul fatto che la riunione Ue a cui ha partecipato Bellanova fosse “talmente inderogabile per le sue braccia rubate all’agricoltura”, da far rinviare l’incontro con il premier a data da destinarsi.

Il giornalista infierisce anche sul fatto che, dentro Italia viva, “è noto che decide tutto” la ministra. Secondo Travaglio, il vertice europeo sui prodotti alimentari sarebbe invece stato una “inutile passerella” durante la quale “la vispa Teresa ha parlato cinque minuti”. Dunque, la irride ancora Travaglio, adesso per giustificare il rinvio dell’incontro con Conte “dovrà tornare a piedi” da Bruxelles.

Battuta finale sulle eventuali dimissioni di Bellanova e dell’altra ministra di Iv Elena Bonetti, offerte da Matteo Renzi: “Gli inconsolabili per la dipartita di Bellanova&Bonetti si contano sulle dita di quattro mani: quelle della Bellanova e della Bonetti”.

Maria Elena Boschi indignata

Il duro affondo di Travaglio contro Teresa Bellanova, se pur mascherato da toni apparentemente leggeri, manda su tutte le furie Maria Elena Boschi.

“Oggi il direttore del Fatto Quotidiano insulta Teresa Bellanova, colpevole solo di avere idee diverse da lui - scrive su Twitter la capogruppo di Iv alla Camera - e ironizza sul suo passato di bracciante. Spero che almeno i colleghi di governo di Teresa siano solidali con lei come lo siamo tutti noi, donne e uomini di Italia Viva”, lancia un appello agli altri ministri.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!