Il mondo delle notizie è complesso e le storie, così come le foto false spesso vengono ampiamente condivise sui social media. Il team editoriale di Blasting News individua ogni settimana le bufale più popolari e le informazioni fuorvianti per aiutarti a distinguere il vero dal falso. Ecco le Fake News più condivise di questa settimana.

Stati Uniti

Affermazione: Il presidente americano Joe Biden ha ufficialmente abbassato l'età del consenso a otto anni

Fatti: Nei social media sono stati condivisi due screenshot di due titoli provenienti da diversi media. Titolo della NBC: "BREAKING - Il presidente Biden ha ufficialmente abbassato l'età del consenso a 8 anni", un altro dalla CNN: "L'amministrazione Biden abbassa l'età del consenso a 8".

Verità: Come riporta Snopes, Biden non ha mai portato l'età del consenso a otto anni. Non spetta né al presidente né alla sua amministrazione prendere decisioni in merito. L’età del consenso è infatti regolata dalle leggi statali.

Stati Uniti

Affermazione: Migliaia di truppe americane sono state inviate in Europa nel marzo 2020 per affrontare un'operazione di traffico di bambini

Fatti: Sui social media sono circolate numerose insinuazioni sul fatto che truppe americane siano state inviate in Europa nel marzo 2020 per bloccare un'operazione di traffico di bambini.

Ad esempio, secondo una delle varie accuse: "dalla metà alla fine del 2019 il Vaticano è stato perquisito dalla polizia, per questo il 17 marzo 2020 è iniziata l'operazione Defender Europe". Inoltre: “50.000 truppe dagli Stati Uniti, dal Regno Unito e dall'Europa sono arrivate a Roma. Pensate al Vaticano e alla mafia interna del traffico di bambini”.

Verità: Come riporta Reuters, l'operazione Defender Europe è un esercizio organizzato da Defender-Europe 20, condotto con gli alleati della NATO per dissuadere la Russia dal ripetere quello che fece nel 2014 con l’annessione della Crimea dall'Ucraina.

L'operazione non è avvenuta nel marzo 2020 perché, il 13 marzo 2020 a causa della pandemia da Covid-19, "è stata modificata in dimensioni e obiettivi”, scrive Reuters.

"Il trasferimento di tutto il personale e le attrezzature dagli Stati Uniti all'Europa si è interrotto", aggiunge il sito web di fact checking. Non è stata trovata nessuna prova che dimostri che 50.000 soldati americani, britannici ed europei si trovavano a Roma per salvare le vittime del traffico di bambini. Un portavoce dell’esercito americano ha confutato le accuse secondo cui Defense-Europe 20 è collegata al traffico di bambini, riferisce Reuters.

Stati Uniti

Affermazione: Un video condiviso da David Icke afferma che non sono mai avvenuti studi clinici per i vaccini COVID-19

Fatti: Un video condiviso da David Icke sui social media dice: “Vogliamo parlare dei test che non sono stati fatti?

Signore e signori, il trial consiste nel lanciare il falso vaccino. Non ci sono stati test, voi siete l’esperimento”.

Verità: David Icke è noto per aver condiviso diverse notizie false e proprio a causa della disinformazione è stato oscurato da Facebook, YouTube e Twitter. I vaccini COVID-19 sono stati testati in studi clinici prima di essere approvati dai governi e prima di essere distribuiti e iniettati alle popolazioni di tutto il mondo. Come riporta Reuters, lo studio Pfizer conta 45.000 partecipanti in tutto il mondo e Oxford-AstraZeneca, per testare il vaccino, ha reclutato più di 23.000 persone sparse tra Regno Unito, Brasile e Sud Africa. I risultati positivi sulla loro efficacia sono stati resi pubblici nel dicembre 2020 da Pfizer e nel gennaio 2021 da Oxford-AstraZeneca.

Stati Uniti

Affermazione: L'Organizzazione mondiale della sanità ha modificato le raccomandazioni, spiegando ora che le maschere non sono necessarie

Fatti: Un blog su WordPress chiamato Did You Know ha pubblicato un articolo ampiamente condiviso sui social media, nel quale si sosteneva che l'OMS il 22 gennaio 2021 avesse dichiarato che “non ci sono motivazioni scientifiche per cui una persona sana indossi una maschera al di fuori di un ospedale”. “Se non si hanno sintomi respiratori, come febbre, tosse o raffreddore, non è necessario indossare una mascherina medica. Se usate da sole, le mascherine possono dare una falsa sensazione di protezione e possono persino essere una fonte di infezione se non usate correttamente ”, riporta il post del blog.

Verità: Facebook, impegnato a combattere la disinformazione e le notizie false, ha segnalato il post. La trascrizione della conferenza stampa dell'OMS tenutasi il 22 gennaio 2021 mostra che non è stata fatta alcuna affermazione del genere. In realtà, l'OMS ha rafforzato la sua posizione. La dott.ssa Maria Van Kerkhove, Technical Officer dell'OMS per il COVID-19, ha affermato che le mascherine costituiscono "un aspetto della fase di controllo e di riduzione della diffusione di questo virus e non possono essere utilizzate da sole". Il sito web dell'OMS descrive l'uso delle mascherine come "una misura chiave per sopprimere la trasmissione e salvare vite umane".

Italia

Affermazione: Mario Draghi ha venduto le imprese pubbliche italiane sulla HMY Britannia

Fatti: A seguito della decisione del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella di affidare a Mario Draghi il mandato per formare un nuovo governo, alcune parole pronunciate nel 2008 dall'ex Presidente della Repubblica Italiana Francesco Cossiga sono state ampiamente condivise sul web.

Cossiga, in una intervista telefonica al programma "Uno Mattina", aveva detto: "Non si può nominare Presidente del Consiglio qualcuno che sia stato socio di Goldman Sachs". «È il liquidatore, dopo la crociera sul Britannia, dell'industria italiana. La svendita dell'industria pubblica italiana ”, ha aggiunto. Le parole sono state citate anche dall’esponente del Movimento 5 Stelle Alessandro di Battista nel suo editoriale per The Post Internazionale.

Verità: La vicenda fa parte di una vecchia teoria del complotto italiana: "La cospirazione Britannia". Mario Draghi non è mai stato un “partner di Goldman Sachs”, ma vice presidente e amministratore delegato della banca d'affari americana. Inoltre, si trovava nella HMY Britannia nel 1992, quando si tenne una conferenza di economisti di livello mondiale, solo per una breve introduzione al seminario.

Scese dalla nave prima che partisse, come riportato da diversi giornali dell'epoca.

Nuova Zelanda

Affermazione: Un video mostra il primo ministro britannico Boris Johnson affermare che i test COVID-19 "funzionano solo nel 7% dei casi"

Fatti: Il video condiviso su Facebook e YouTube mostra il primo ministro britannico Boris Johnson che presumibilmente afferma che il test COVID-19 "funziona solo nel sette per cento dei casi". Alcuni post sono seguiti dalla didascalia: "COVID test inaccurati al 93%".

Verità: La clip condivisa sui social media fa parte di un'intervista rilasciata dal primo ministro britannico alla BBC il 4 settembre 2020. Boris Johnson, tuttavia, non stava commentando l'efficacia complessiva dei test COVID-19, ma piuttosto stava citando un rapporto del governo UK che mostra come i test COVID-19 effettuati sulle persone appena arrivate nel Regno Unito abbiano rilevato solo il 7% dei casi positivi.

Tuttavia, lo studio sottolinea che lo stesso test, effettuato una seconda volta ai viaggiatori durante il periodo di quarantena obbligatoria, ha rilevato tra l'85% e il 98% dei casi positivi.

Corea del Sud

Affermazione: In Egitto ha nevicato per la prima volta in 112 anni

Fatti: Immagini condivise su Facebook mostrano una nevicata avvenuta in Egitto di recente. Alcuni post sono seguiti dalla didascalia: "Egitto, dove ha nevicato per la prima volta in 112 anni".

Verità: Una ricerca inversa su internet mostra che, delle otto immagini condivise sui social media, sei non sono state scattate in Egitto e due sono state ritoccate digitalmente. Tra quelle non scattate in Egitto ci sono immagini scattate in Giordania, Cina, Gerusalemme, Arabia Saudita e Siria.

Tra quelle che sono state ritoccate, con l'aggiunta digitale della neve, ce ne è una delle piramidi di Giza e un'altra della Grande Sfinge di Giza.

Etiopia

Affermazione: Il primo ministro etiope Abiy Ahmed è morto o in condizioni critiche

Fatti: Post condivisi migliaia di volte su Facebook affermano che il primo ministro etiope Abiy Ahmed è morto o è in condizioni critiche. In una versione, che presenta l'immagine di un uomo parzialmente coperto da un lenzuolo e con gli occhi chiusi, la didascalia recita: "Ultime notizie abbiamo appena sentito che il dr.Abiy Ahmed Ali è morto a 44 anni". Altre versioni, che riportano una presunta immagine del primo ministro in un letto d'ospedale, affermano che Ahmed è molto malato ed è stato trasferito in Italia o in Germania per cure mediche.

Verità: Il 24 gennaio 2020, la pagina Facebook ufficiale del governo etiope ha pubblicato il seguente messaggio: "Chiediamo alla popolazione di fare attenzione alle notizie false che circolano sui social media sulla salute del primo ministro Abiy Ahmed". Il 28 gennaio 2020, Ahmed ha pubblicato sul suo profilo Facebook le foto di una visita effettuata al Prosthetics Orthotics Center (POC) nella capitale Addis Abeba. Interpellato dalla AFP, il personale del centro medico ha confermato la visita del primo ministro il 28 gennaio. Per quanto riguarda la presunta immagine di Ahmed in un letto d'ospedale, una ricerca inversa dell’immagine su internet mostra che si tratta in realtà di una manipolazione digitale dell'immagine di un altro paziente, pubblicata sul sito GoFundMe nel 2017.

Myanmar

Affermazione: La foto mostra la leader Aung San Suu Kyi arrestata durante un colpo di stato militare in Myanmar

Fatti: La foto condivisa su Facebook sembrerebbe mostrare Aung San Suu Kyi, vincitrice del Premio Nobel per la pace e leader del governo del Myanmar, mentre viene arrestata il primo febbraio 2020, durante un colpo di stato militare nel paese del sud-est asiatico.

Verità: Sebbene Aung San Suu Kyi sia stata effettivamente detenuta durante il colpo di stato militare in Myanmar il primo febbraio 2020, una ricerca inversa dell’immagine mostra che l'immagine condivisa sui social media è stata originariamente scattata il 17 agosto 2017 dal fotografo Aung Kyaw Htet, della AFP. La foto mostra Suu Kyi ai funerali di un membro del suo partito politico.

Brasile

Affermazione: Con Biden viene riconsiderato l'uso dell'idrossiclorochina negli Stati Uniti

Fatti: Un articolo pubblicato dal sito brasiliano Brasil Sem Medo e condiviso su Facebook e WhatsApp afferma che l'uso dell'idrossiclorochina - un farmaco usato per decenni per prevenire e curare la malaria e alcune malattie autoimmuni, tra cui l'artrite reumatoide e il lupus - contro la COVID-19 è stato riconsiderato negli Stati Uniti dopo che Joe Biden è diventato presidente all'inizio di quest'anno.

Verità: Contrariamente a quanto afferma il testo, dal giugno 2020 la FDA non ha raccomandato l'uso di clorochina o idrossiclorochina come prevenzione o trattamento per COVID-19, e questa posizione non è cambiata dopo che Joe Biden si è insediato il 20 gennaio.

Secondo il National Institutes of Health (NIH), diversi studi indicano che l'idrossiclorochina non è efficace nel ridurre la progressione di COVID-19 in pazienti con sintomi lievi e può anche causare effetti avversi, come l'aumento dell'aritmia cardiaca.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Politica Estera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!