Lo scontro tra Vauro Senesi e Giorgia Meloni rischia di finire in tribunale. La leader di Fratelli d’Italia annuncia infatti una querela nei confronti del vignettista dopo le sue dichiarazioni rilasciate durante la trasmissione Dritto e rovescio, poi ribadite a mezzo stampa. Vauro ha accusato il partito guidato da Meloni di essere “razzista, violento e xenofobo”. Parole inaccettabili secondo l’esponente Politica di destra. Contro la sua decisione di ricorrere alle vie legali si dichiara Selvaggia Lucarelli. La giornalista, che nei giorni scorsi si era rifiutata di offrire la sua solidarietà a Meloni dopo gli insulti del professor Giovanni Gozzini, stavolta non ha dubbi nel darla a Vauro.

Le accuse di Vauro contro il partito di Giorgia Meloni

Le dichiarazioni che tanto hanno fatto infuriare Giorgia Meloni, Vauro le pronuncia giovedì 25 febbraio durante Dritto e rovescio, il talk show di Rete 4 condotto da Paolo Del Debbio. Parlando degli insulti pronunciati dal professor Gozzini, il vignettista loda provocatoriamente l’articolo in cui Selvaggia Lucarelli nega la sua solidarietà alla leader di Fdi. Ma le parole che scatenano la reazione di Meloni non riguardano il caso di Siena. “Non come donna, ma come leader di un partito che ha cavalcato la xenofobia, il razzismo e il neofascismo, io non do nessuna solidarietà - dichiara infatti Vauro in diretta tv - non esprimo solidarietà alla leader di un partito razzista e violento”.

La reazione di Meloni e la replica di Vauro

Accuse pesanti a cui Giorgia Meloni non tarda a replicare. La leader di Fratelli d’Italia, con un post pubblicato sui suoi canali social, nega che il suo partito sia razzista, xenofobo e violento, come invece sostiene Vauro. “Querela in arrivo, ora basta”, si legge nel messaggio social.

Minaccia di querela che non spaventa affatto il disegnatore che, intervistato da Next Quotidiano, ribadisce la sua posizione. “Sono pronto a ripetere in tribunale, nella forma e nella sostanza, quello che ho detto in tv su Giorgia Meloni”, dichiara Vauro con gesto di sfida.

Selvaggia Lucarelli dalla parte del vignettista

“Come querela mi sembra ridicola - aggiunge ancora Vauro - quando Meloni dice che il suo non è un partito che cavalca nostalgie fasciste e mi denuncia per questo motivo, perderà una grande fascia dei sui elettori”, ironizza.

Lo scontro Vauro-Meloni attira l’attenzione di Sevaggia Lucarelli. La giornalista di Tpi e del Fatto Quotidiano era già stata protagonista poche ore prima di una bufera social, proprio a causa della mancata solidarietà a Meloni per gli insulti subiti dal professor Gozzini. Ora, sulla possibile querela della leader di Fdi, Lucarelli pubblica un nuovo tweet in cui si limita ad offrire la sua “solidarietà” a Vauro.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!