È il salotto buono di Roma Nord, un crocevia di strade in cui si moltiplicano ambasciate, scuole, rinomati studi legali ed uffici di rappresentanza, eppure i disagi sono quelli di una qualunque periferia italiana, lasciata all'incuria dei propri governanti. 

Il quartiere

Stiamo parlando di Coppedè, caratteristico angolo di Roma conosciuto in tutto il mondo per lo stile dei suoi palazzi - un mix di stile Liberty, Art Decò e inserti finanche gotici - progettato dall'Arch. Gino Coppedè nei primi anni del '900. 

L'ingresso principale è proprio su Via Tagliamento e il colpo d'occhio dell'arco tra i Palazzi degli Ambasciatori lascia ogni volta romani e non semplicemente senza fiato.

Coppedè è un quartiere tutto da scoprire!

La Fontana delle Rane in Piazza Mincio, il Villino delle Fate, la Palazzina del Ragno sono opere architettoniche impressionanti per la loro bellezza, che hanno "rapito" anche numerosi registi - come Dario Argento - che proprio nel quartiere hanno ambientato alcuni dei loro film.

I disagi

Eppure non tutto è oro quel che luccica. Anche un quartiere così, che attira giornalmente centinaia di turisti, è lasciato all'incuria e al degrado.

Ritardo nella raccolta della spazzatura con cumuli di sacchetti dinanzi il Liceo Avogadro, strade maleodoranti (Via Tanaro, sic!) ed una selva oscura di rami e fogliame abbandonata per strada, ormai da giorni, su Via Tagliamento.

E come dimostrano le foto a corredo dell'articolo, quella manutenzione del verde, che dovrebbe essere un valore aggiunto di questa città, rischia di trasformarsi nel solito intervento "alla carlona" o all'italiana.

I migliori video del giorno

Qualcuno è intervenuto per potare quegli alberi ma perchè, con la medesima solerzia, non ha provveduto a rimuovere i rami e il fogliame, che ormai da giorni giacciono sui marciapiedi intralciando il passaggio dei pedoni ed ostacolando la sosta delle automobili? 

Misteri romani! Intanto i rami stanno diventando secchi e di una loro imminente rimozione, a questo punto, anche i residenti di Coppedè cominciano a dubitare.

OCCORRONO INTERVENTI COORDINATI PER LA MANUTENZIONE DEL VERDE

Degrado ed incuria sono inaccettabili ovunque dal centro alle periferie. Il quartiere Coppedè è un'opera d'arte a cielo aperto che tutto il mondo ci invida e non può essere rovinato da rifiuti e da sporcizia. La cura del verde che rende ancora più apprezzabile una zona già bella di per se è fondamentale ma altrettanto importante è la rimozione dei rami che sono stati potati. Per garantire che questo avvenga le aziende che si occupano di potatura e di rimozione dei rifiuti devono parlarsi tra di loro. Bisogna accelerare la comunicazione snellendo la parte burocratica, facendo sì che potatura degli alberi e rimozione dei rifiuti prodotti siano contemporanee.  #Tutela ambientale #Cronaca Roma