Una dottoressa di origini russe che lavora a Roma, Galina Baranovskaia, ha vissuto momenti terribili lo scorso 31 gennaio, quando è stata aggredita da una sua vecchia amica, Marina Boiko. Questa ha atteso Galina davanti al suo studio, nel quartiere Tuscolano, e poi l'ha colpita più volte con un martello alla schiena. Ancora le forze dell'ordine devono ricostruire l'esatta dinamica della vicenda, ma sembra che dietro al raid ci sia la gelosia. La dottoressa russa ha riferito di essere stata minacciata su Facebook, tempo fa, dalla Boiko.

Galina si è realizzata nella Capitale

La gelosia, ancora una volta, avrebbe spinto una persona a commettere un gesto inconsulto e grave.

Galina e Marina erano arrivate insieme a Roma, negli anni '90. Erano molto amiche ed avevano vissuto insieme per tanto tempo. A un certo punto, la Boiko decise di trasferirsi a Milano per trovare maggiori opportunità lavorative. La Baranovskaia, invece, si è realizzata a Roma: ha aperto uno studio medico e conosciuto un uomo con cui è convolata a nozze. Galina, negli ultimi anni, ha ottenuto molte soddisfazioni professionali e personali; Marina, invece, non è riuscita a centrare nessun obiettivo.

La rabbia davanti a quelle foto su Facebook

Dopo aver osservato alcune foto postate su Facebook, che ritraevano Galina ben vestita, nei locali più prestigiosi della Capitale, Marina è andata su tutte le furie, scrivendo: 'Tu sei il male, io ti verrò a cercare e ti ucciderò'. Non solo. Sul popolare social in blu, la Boiko aveva sottolineato di volersi riprendere quello che le sarebbe spettato.

I migliori video del giorno

Dinanzi a quelle inquietanti parole, Galina pensò di bloccare Marina su Facebook, non immaginando che l'ex amica stesse facendo sul serio. Insomma, la dottoressa russa trascurò quelle frasi minatorie. Non avrebbe dovuto.

L'aggressione nell'adrone di un edificio al Tuscolano

Marina Boiko, la scorsa settimana, ha preso un treno per Roma. Una volta arrivata alla Stazione Termini si è fatta accompagnare da un taxi davanti allo studio medico di Galina. Marina ha atteso la rivale nell'adrone e poi l'ha colpita più volte [VIDEO]con un martello. 'Era una furia ma non diceva nulla', ha raccontato la dottoressa russa agli inquirenti. La vittima dell'aggressione è stata notata da alcuni condomini che, immediatamente, hanno chiamato il 118 e la Polizia. Gli agenti si sono subito messi in contatto con i colleghi milanesi che, dopo alcune indagini, hanno scoperto e arrestato Marina: si trovava nella sua abitazione. La Boiko dovrà rispondere di tentato omicidio e aggressione.