Dopo due anni di commissariamento per infiltrazioni mafiose, si torna a votare al X municipio, dopo l’esperienza discutibile di Domenico Vulpiani, commissario straordinario, impegnato a estirpare la corruzione ma poco avvezzo alle questioni politiche. I candidati sono ben nove, di seguito tenterò di fare una breve presentazione dei singoli.

Athos De Luca

Il candidato del PD, sarà Athos De Luca, ha una lunga esperienza alle spalle, è stato senatore nella XIII Legislatura Senato e membro della giunta Marino. Il suo programma si concentra sul risanamento delle finanze municipali attraverso l’accesso a fondi europei e con una mozione per trasformare il municipio in un comune metropolitano, così da avere una maggiore autonomia finanziaria.

Attenzione particolare sarà posta sul turismo, il quale potrebbe dare nuova linfa al territorio, anche grazie al modello di spiagge aperte a tutti. Per ciò che riguarda le politiche sociali De Luca si concentrerà su scuola, trasporti e maggior sicurezza sul territorio, elementi da sempre critici e criticati del X municipio.

Giuliana Di Pillo

La candidata del Movimento Cinque Stelle, ha alle spalle una lunga storia di sport e educazione, queste passioni l’hanno portata a essere insegnate di sostegno. La militanza nei ranghi di Beppe Grillo, iniziata nel 2008, l’ha portata e a essere candidata al Senato alle elezioni nazionali di Febbraio 2013 per il collegio Lazio. Il suo programma per il X Municipio si concentra sui temi dell’integrazione di disabili e anziani nella struttura sociale. In generale vuole abbattere quelle barriere, che impediscono alle categorie più deboli di divenire elementi attivi a tutti gli effetti della società.

I migliori video del giorno

Monica Picca

La candidata del centrodestra, ex presidente della commissione cultura, ha alle spalle una lunga serie di battaglie per la tutela del territorio e alla lotta al degrado. Tra le principali innovazioni che vorrebbe apportare al Municipio, abbiamo: la sottrazione della movida del litorale alle associazioni criminali e la risoluzione dell’emergenza abitativa. L’obiettivo del centrodestra, con questa candidatura, sta nella presenza sul territorio della candidata, in contrapposizione con i candidati calati dall’alto.

Don De Donno

Candidato con la lista Laboratorio civico, la sua discesa in campo autonoma ha sottratto alle sinistre il loro candidato sul territorio. Il Don è presente attivamente sul territorio di #ostia da decenni, conosce i problemi del Municipio. Il suo principale obiettivo sarà una campagna a favore della legalità attraverso tre punti: dialogo, il quale deve essere continuo nell’ambito della partecipazione, puntare sullo “star bene” e quindi sulla vivibilità dei cittadini e per ultimo la lotta alla paura, per uscire dalla spirale della criminalità.

Luca Marsella

Il candidato di Casapound è forse il più presente sul territorio, anche perché nato e cresciuto nel X Municipio, da una delle più antiche famiglie di Ostia. La sua carica in Casapound è di responsabile per il litorale. Non è alla sua prima candidatura per il municipio, aveva già provato nel 2013. Il suo obiettivo appena eletto sarà quello di sgombrare le baraccopoli e l’ex colonia, per poi concentrarsi su politiche in favore delle fasce sociali più deboli. Un occhio di riguardo sarà dato anche al turismo e alle attività commerciali in generale.

Giovanni Fiori

Candidato del Popolo della Famiglia, nel suo programma uno dei punti più interessanti è senza dubbio il rilancio del turismo tramite un accordo con Costa Crociere. Da rilevare l’incentivo per l’under trentacinque che contrarranno matrimonio dando così uno stimolo al numero delle nascite del municipio in linea con le idee derivate dal family day.

Eugenio Bellomo

È il candidato di Sinistra Unita, nei primi punti del suo programma, troviamo il progetto di trasformare Ostia in un comune metropolitano, così da poter gestire meglio i conti. Vorrebbe attuare un progetto di più ampio respiro per la viabilità, con interventi sia sulle linee di trasporto pubblico che su le strade. Il turismo resta una delle fonti primarie di guadagno per il Municipio e per questo vorrebbe portare a nuova vita gli scavi e la pineta.

Andrea Bozzi

Andrea Bozzi è il candidato del gruppo Impegno civico per l'Autonomia del X Municipio. Il movimento, nato nel 2013, per guidare Ostia verso il referendum per diventare comune autonomo, si propone come alternativa civica presente sul territorio.

Marco Lombardi

Marco Lombardi della Lista Civica Noi del X Municipio, la loro sarà una politica, fatta di proposte vicine alla gente e a quello che la gente chiede. Sotto quest’aspetto, assume una certa rilevanza, l’iniziativa del “quaderno bianco” dove annotare i consigli e le proposte che i cittadini faranno da tutto il territorio, da utilizzare in caso di candidatura o da consegnare al futuro presidente per tutelare e risolvere nel più breve tempo possibile le richieste fatte. #Xmunicipio #Elezioni Amministrative