Da qualche ora il trapper romano Traffik è tornato al centro delle cronache del Rap-web, ancora una volta il merito non è delle sue canzoni, ma di un breve video che lo immortala mentre dà in escandescenze nel centro di Roma, che in queste ore si sta viralizzando on line.

Se la settimana scorsa a far discutere era stata la clip in cui era possibile vedere il cantante, durante un suo live, mentre lanciava un microfono sul pubblico, dopo essere stato ripetutamente provocato, il video diffuso ieri è per certi versi ancora più controverso.

Pubblicità

Nella clip, girata da alcuni passanti, è infatti possibile vedere il trapper che, senza apparente motivo, inizia a prendere a calci e pugni la vetrina di un noto fast food, nel frattempo le persone attorno lui – si tratta per lo più di giovani, che con ogni probabilità lo avevano riconosciuto – ridono, scherzano e prendono il telefono per immortalare il momento.

Calci e pugni nel centro di Roma

Ad un certo punto è possibile vedere un dipendente del fast food uscire dal locale e chiedere a Traffik di andare da qualche altra parte, dopo aver detto "Ancora stai facendo così?", lasciando quindi intendere che il ragazzo stesse creando problemi già da un po'.

A questo punto le immagini mostrano l'autore di 'Magma Vulcano' mentre assume la classica posizione da combattimento, fortunatamente però il cameriere riesce in qualche modo a mediare, placando l'irruenza di Traffik, senza dover ricorrere all'uso delle mani.

Il video si conclude con i due giovani intenti a parlare tra loro, mentre in sottofondo i presenti continuano a ridere e a filmare.

La clip diventa virale

A poche ore dalla diffusione della clip le immagini di Traffik che se la prende con una vetrina sono già diventate virali on line, come ampiamente prevedibile, dato che meccanismi del genere sui social si verificano ormai con disarmante regolarità, ogni qualvolta l'ormai popolare trapper capitolino si rende protagonista di vicende simili.

Pubblicità

Moltissime pagine social, tanto su Facebook quanto su Instagram, hanno ricaricato la clip, i cui frame video sono già stati ampiamente utilizzati come base per svariati meme, che stanno suscitando l'ilarità del pubblico.

Per certi versi sembra quasi che questo tipo di contenuti serva a Traffik – suo malgrado, dato che non si tratta sicuramente di filmati esaltanti per la sua reputazione – come strumento per incrementare la propria popolarità. Le sue gesta sono infatti più popolari delle sue canzoni, almeno per il momento, e la sua sua scalata al successo è sicuramente emblematica dei tempi che corrono, nonché dei meccanismi, spesso perversi, che ora come ora determinano il successo sui social.