È successo nel pomeriggio del 14 maggio a Salerno, in Campania. Un normale controllo delle forze dell'ordine sul lungomare Trieste, si è trasformato in un putiferio. Il tutto è stato immortalato in un video, che ha fatto il giro del web. Sembra che due donne, approfittando della bella giornata, stessero godendosi il sole su una panchina, ma che non indossassero i dispositivi di protezione. Due agenti della Polizia Locale, impegnati nei servizi di controllo, le avrebbero avvicinate per chiedere gentilmente di indossare la mascherina e dunque di rispettare le regole.

Le due donne però si sarebbero rifiutate.

Nelle immagini si vede la donna che cade, in realtà è inciampata

Ma non finisce qui, perché al rifiuto delle due signore di indossare i dispositivi di protezione, i due agenti avrebbero chiesto loro le generalità, e qui un altro rifiuto, dando vita ad una vera e propria discussione, a cui sarebbero intervenuti altri passanti. La scena, infatti sarebbe stata girata proprio da uno di questi ultimi, che era lì per l'abituale passeggiata, ed in pochi minuti il video è divenuto virale sul web, spaccando a metà l'opinione pubblica. Nelle immagini si vede che durante la discussione una delle donne sarebbe caduta, inciampando mentre indietreggiava. A quel punto si sono riscaldati ancora di più gli animi con la partecipazione della folla che non è rimasta a guardare.

Alcuni si sono schierati dalla parte dei vigili, altri invece gli hanno inveito contro. Ed è proprio da qui che inizia il video.

Le donne sono state multate e denunciate per resistenza a pubblico ufficiale

I due agenti della Polizia Locale avrebbero chiesto supporto alla Questura di Salerno ed in pochi minuti è stato riportato l'ordine.

Le due donne, infine, sono state multate per aver violato le norme regionali rispetto all'uso dei dispositivi di protezione. In Campania, infatti, secondo l'ordinanza regionale è obbligatorio indossarli. Inoltre sono state anche denunciate per resistenza a pubblico ufficiale. Non è mancato il commento di Vincenzo De Luca, Governatore della Regione, che ha definito le due donne 'cafone e incivili'.

La Fase 2 si mostra così più complicata, proprio come ci si aspettava, poiché, con l'allentamento delle restrizioni, il lungomare di Salerno è sempre più frequentato. Il sindaco della città, Vincenzo Napoli, dichiara che con la ripresa delle attività ora più che mai nessun cittadino deve aver un comportamento irresponsabile, vanificando tutti gli sforzi ottenuti fino ad ora, rispettando semplicemente le prescrizioni riportate sull'ordinanza regionale emanata per la Fase 2. Continuano i controlli serrati su tutta la Regione.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!