Che il DNA nascondesse tutti i segreti della vita èrisaputo, ma scoprire che in un piccolo tratto elicoidale del nostro librogenetico ci fosse scritto anche quali alimenti ci possono far dimagrire e qualiingrassare è stata una vera scoperta.

La ricerca ha condotto studi approfonditi sulle varie causedell'obesità, soprattutto infantile fino a che lo scienziato, Kirchner, hapubblicato sulla prestigiosa rivista Trends Cell Biol, uno studio chedimostrerebbe un rilevante tasso di correlazione fra epigenetica e nutrizione.

Gli scienziati confermano ancora le interazioni che esistonotra la nostra genetica e l'alimentazione.

Ovviamente gli studi che son stati appena pubblicati econdotti dagli scienziati non mirano a trasformare il corpo di persone affetteda gravi patologie come l'anoressia o la ricerca maniacale della lineaperfetta, ma mirano sicuramente a poter curare in modo più incisivo e menoinvasivo malattie come il diabete, l'ipertensione, l'ipertrigliceridemia,l'obesità.

La base di partenza per avere un corpo "perfetto" e sano èl'alimentazione sin dai primi anni di età.

Si evince come una sanaalimentazione possa già essere la base di un corpo "scultoreo", come dire: Quelloche mangiamo oggi influisce in modo determinante su quello che saremo domani.Ma se non basta nel nostro DNA c'è scritto quali alimenti ci mantengono inSalute e quali alimenti danneggiano il nostro corpo, e questo è singolare e diversoper ogni essere umano.

Ecco che da queste basi nasce la ormai famosa DietaGenetica.

Regime alimentare basato sulla nuova scienza chiamata nutrigenica. Macos'è la nutrigenica? E' la scienza che combina genetica e nutrizione:attraverso il test del DNA, studia le caratteristiche genetiche di un individuoche influenzano la diversa risposta ai nutrienti. La dieta genetica si fonda quindi sul principio dell'analisidel DNA per farci scoprire quali sono gli alimenti che se consumati in ungiusto regime alimentare possono aiutarci a perdere peso.

Il futuro possiamo dire è: Dimmi chi sei e ti dirò comedimagrire, lo sostiene il professor Paolo Gasparini dei laboratore GeLife dell'areaScience Park di Trieste: "Quello che noi elaboriamo è il profilo genetico diun individuo poiché è proprio da questo che si ottengono informazioni sulmetabolismo e sullo stile di vita di una persona. Una volta ottenuto ilprofilo, lo rappresentiamo per aree metaboliche e per ogni area metabolicaproponiamo gli interventi da fare dal punto di vista nutrizionale ecomportamentale. Tutto questo contribuisce a migliorare il Benessereindividuale". A questo punto ci basta fare il test e iniziare la nostradieta genetica per ottenere i primi risultati evidenti in soli tre mesi.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!