Tipica situazione: la coppia ha avuto un rapporto a rischio, nel periodo in cui è previsto l'arrivo del ciclo mestruale crescerà sicuramente la tensione sia che si desidera un bambino sia che, invece, c'è il rischio di una Gravidanza indesiderata. In entrambi i casi, avere un rapido responso è importantissimo per iniziare ad assumere eventualmente l'acido folico o pensare a come affrontare questo evento imprevisto.

Pubblicità
Pubblicità

Per prima cosa, vediamo come funziona un test di gravidanza. I test di gravidanza più comuni sono degli stick urinari acquistabili al supermercato o in farmacia. Sono composti da una punta che va immersa nell'urina, preferibilmente la prima urina del mattino poichè è più concentrata, per circa 2-3 minuti o comunque per il tempo scritto nella confezione. Ci sono test elettronici nei quali apparirà la scritta di avvenuta gravidanza e quelli che utilizzano le classiche lineette, due indicano la conferma di gravidanza.

Pubblicità

Il test se utilizzato correttamente e nel periodo ottimale ha un'affidabilità elevatissima prossima al 99% in quanto rileva la concentrazione nelle urine del cosiddetto ormone della gravidanza ovvero la beta-HCG (gonadotropina corionica) prodotta dal trofoblasto. Questo ormone aumenta esponenzialmente durante le prime settimane di gravidanza, raggiungendo il picco tra la 7 e 12 settimana per poi stabilizzarsi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute Gravidanza

Il punto fondamentale da ricordare è che l'ormone per essere rilevato e accertare quindi la gravidanza devono passare circa 12-14 giorni dal rapporto sessuale a rischio.

In sintesi, se la donna ha un ciclo mestruale regolare, già a 1-2 dal ritardo può ottenere un risultato attendibile. Le cose cambiano leggermente per cicli irregolare dove, di norma, è meglio aspettare almeno una settimana o più dal ritardo.

Può capitare che il test sia negativo ma le mestruazioni non arrivano ugualmente, i ginecologi consigliano di attendere 4-5 giorni e ripetere l'esame infatti a volte il concepimento può avvenire con qualche ritardo rispetto ai calcoli fatti. Ci possono essere casi meno frequenti in cui il primo test di gravidanza è positivo ma, a distanza di qualche giorno, risulta negativo: si potrebbe trattare di una condizione in cui la fecondazione è avvenuta, è entrata in circolo la beta- HCG, ma l'impianto dell'embrione è fallito, secondo le statistiche può capitare un caso su 10.

Pubblicità

 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto