Il virus Ebola in questo 2014 inizia a fare paura anche in Occidente, dopo i casi conclamati negli Stati Uniti, così come in Spagna e Germania, e i casi sospetti a Roma. La domanda che ci si pone, quindi, è: ci sono rischi per l'Italia? Le autorità sanitarie hanno già fatto sapere che le chiamate ai centralini di persone allarmate stanno aumentando drasticamente, soprattutto per avere richieste su quali siano i sintomi del virus Ebola.

La premessa d'obbligo, comunque, è che al momento l'Italia non corre il rischio di venir colpita dall'epidemia. Il rischio che Ebola colpisca l'Italia non si può certo escludere a priori; ma i paesi che hanno un sistema sanitario forte (e parliamo anche di nazioni lontane dall'essere uno stato-modello, come può essere il caso della Nigeria) sono fino a questo momento riusciti a tenere sotto controllo la diffusione dell'epidemia e a circoscrivere rapidamente i casi di contagio, isolando così i portatori del virus ed evitando una diffusione incontrollata. 

I rischi per l'Italia, quindi, non sono elevati.

E non c'è da temere nemmeno per quanto riguarda lo sbarco di immigrati, da alcuni considerato come possibile portatore del virus Ebola sulle nostre coste. Gli immigrati che sbarcano nel nostro paese sono infatti in larghissima parte provenienti da Libia, Eritrea, Somalia, Siria. Nazioni ben distanti dai paesi in cui l'Ebola ha colpito, che sono invece Sierra Leone, Guinea, Liberia, Nigeria e Senegal.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Nazioni in cui l'epidemia ha fatto fino a questo momento 4 mila morti circa. In ogni caso, i sintomi del virus Ebola sono riconoscibili in tempi brevi. La malattia si presenta innanzitutto attraverso una febbre molto alta e con una sensazione di spossatezza. Spesso segue un'eruzione cutanea. Nei giorni seguenti, compaiono diarrea, emorragia interna ed esterna, insufficienza renale e vomito. Nel giro di un paio di settimane, sopravviene la morte (secondo le ultime statistiche, Ebola è mortale nel 60% dei casi).

Preoccupazione desta anche il fatto che, nonostante le ricerche siano ormai cominciate, non ci sia ancora all'orizzonte nessun vaccino

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto