E' di circa due settimane fà la pubblicazione dei risultati prodotti dallo studio statistico di 'Eurobarometer' grazie al quale possiamo conoscere il reale atteggiamento degli europei di fronte al tema della donazione di sangue. La notizia è del 28 agosto 2015, lo studio è stato portato a termine sulla base di circa 28.000 persone intervistate in vari paesi dell'Unione e Europea ed era atto a comprendere non soltanto la propensione a donare ma anche la motivazione che spinge a compiere questo prezioso gesto.

Risultati dello studio 'Eurobarometer'

Tra le principalimotivazioni emerse sul perchè 'donare il sangue' lo studio riporta interessanti risultati :

  • al primo posto con quasi il 75% ci sarebbe la carità, quindi la voglia di fare qualcosa per gli altri;
  • al secondo posto con il 33% avrebbero dichiaratodi voler aiutare la ricerca scientifica;
  • al terzo posto con solo il 6% c'è anche chi ha risposto di aspettarsi qualcosa in cambio.

Il sangue è l'elemento più donato, seguito dal plasma e per solo il 6% dalmidollo osseo,donazione anch'essa importante se pensiamo a malattie come la leucemia.Ma stando ai risultati finali dello studio solo 1 donatore su 7 si è iscritto al registro dei donatori di organietessuti e solo 1 su 20 a quello dei donatori di midollo.

Tanti gli ospedali che stanno cercando di sensibilizzare sull'argomento. Il policlinico 'Gemelli' in Roma, ove da molti anni vi èun centro per ladonazione del sangue grazie all'associazione 'Francesco Olgiati', ad aprile 2015 ha lanciato una vera campagna pubblicitaria per incrementare le donazioni e far conoscere la nuova operatività del centro.

Come opera il reparto

La procedura per donare il sangue al policlinico 'Gemelli' è molto semplice:

  • Basta recarsi al piano -1 ala J con documento e codice fiscale;
  • Tutti i giorni dalle 8.00 alle 12.00, la domenica e festivi dalle 8.00 alle 11.00;
  • Per i donatori è previsto il parcheggio gratuito nella zona P5;
  • Dopo ladonazione verrà offerta la colazione nell'adiacente area ristoro;
  • Verranno forniti certificati di esenzione dal lavoro, garantiti dal servizio di emotrasfusione.

Nel centro si effettua anche la donazione in aferesi che permette di donare solo alcune componenti del sangue.

Questo processo avviene mediante apparecchiature atte alla separazione cellulare. Si può inoltre deciderese essere un donatore occasionale oppure iscriversi al programma ed avere una tessera identificativa con il proprio gruppo sanguigno e le donazioni effettuate.

Chi può donare e chi no

Possono donare il sangue:

  • persone fra i 18 e i 65 anni;
  • con un peso non inferiore ai 50 kg;
  • in buona salute.

Non possono donare il sangue:

  • coloro che hanno o hanno avuto malattie virali, sistemiche, croniche;
  • tumori;
  • donne in gravidanza o in fase di ciclo mestruale;
  • chi ha soggiornato in zone malariche nei 6 mesi precedenti;
  • chi ha subito interventi chirurgici, endoscopici, vaccinazioni recenti, terapie odontoiatriche o tatuaggi negli ultimi 4 mesi;
  • chi assume farmaci di un certo tipo.

Non si può produrre sangue in laboratorio

Il policlinico 'Gemelli', con la sua campagna di sensibilizzazione e migliorie sull' operatività del centro donazioni elo stesso 'Eurobarometer' con il suo recente studio d'indagine, hanno voluto porre l'accento sul fatto che le componenti del sangue non si possono in alcun modo produrre artificialmente e che solo grazie alle volontarie donazioni oggi è possibile effettuare trasfusioni.

Il contributo di ogni cittadino può diventare un atto prezioso quanto doveroso.

Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!