Dislessia, partiamo con lo specificare cosa sia. Trattasi di un disturbo dell'apprendimento e si manifesta nella difficoltà che hanno i soggetti colpiti a leggere velocemente e correttamente, nonché ad elaborare e comprendere quello che leggono. La dislessia è una patologia che può avere origini genetiche, quindi innate, o acquisite, quando emerge in seguito ad una specifica lesione cerebrale, anche ridottissima.

Può essere di natura fonologica, quale difficoltà neurobiologica a effettuare una lettura accurata e/o fluente; e di natura visiva, legata a difficoltà di elaborare i segni filtrandoli con i propri occhi. Come possono i genitori accorgersi in tempo che il proprio figlio sia affetto da tale patologia? Mediante un portale, facilmente raggiungibile dal proprio Smartphone mediante una app. Vediamo di cosa si tratta.

Il progetto

Nei prossimi 18 mesi è in arrivo un progetto formato da tre iniziative che affrontano il tema della dislessia in modo sistematico. Coautori dell'iniziativa sono Fondazione Telecom Italia, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l’Associazione Italiana Dislessia (AID). I quali porteranno in dote le proprie specifiche competenze e le metteranno insieme. Come dicevamo, attraverso un portale e un’apposita App, realizzata dall'Iss e dal Cnt, i genitori potranno effettuare una prima diagnosi al proprio pargolo per capire se vi sono eventuali disturbi indicatori della dislessia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Smartphone

Così bambini, adolescenti e adulti stessi potranno intraprendere unpercorso di recupero on line, che si concluderà con una verifica delle capacità acquisite.

La collaborazione con i docenti

Nell'ambito di questo progetto volto all'auto-diagnosi e alla risoluzione della dislessia, sono previste anche sessioni di e-learning per i docenti, con il coinvolgimento di un terzo degli istituti scolastici italiani.

In questo modo si creerà un unico osservatorio italiano, che andrà dalla prima diagnosi alla risoluzione del problema, mediante il coinvolgimento di medici, scuole, strumenti digitali, nonché moderni e-book per la lettura.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto