"L'ottimismo è il profumo della vita!", recitava così un famoso spot televisivo di inizio secolo e in effetti non sbagliava. La ricerca scientifica ha confermato la tanto decantata teoria per cui il pensiero positivo migliora la qualità della vita, facendo vivere più a lungo e serenamente chi adotta il sorriso come filosofia di vita.

La scienza promuove l'ottimismo

Secondo una ricerca svolta presso l'Harvard T.H. Chan School of Public Health essere ottimisti allunga la vita, lo studio è stato condotto analizzando i dati raccolti osservando la vita e lo stato di Salute di 70mila soggetti di sesso femminile negli anni che vanno dal 2004 al 2012.

Pubblicità
Pubblicità

Le donne prescelte per la ricerca ed inserite nel programma Nurses Health Study sono state sottoposte ad un monitoraggio del proprio stile di vita e relativa salute tramite specifici sondaggi effettuati con scadenza biennale. Il team di ricercatori partecipanti allo studio hanno pubblicato il risultato del loro lavoro su American Journal of Epidemiology, dove appare evidente che l'essere positivi nei confronti della vita migliora la salute generale, abbassa il livello di stress, diminuendo notevolmente il rischio di morte precoce.

Pubblicità

Più sorrisi meno malattie

La ricerca ha dimostrato che tra le donne analizzate, le più ottimiste hanno ridotto il rischio di morte a causa di malattie cardiache, cancro, ictus, malattie polmonari, infezioni ed altre importanti malanni, il 30% in meno rispetto ai soggetti pessimisti. "I medici e la sanità pubblica in generale, oggi si concentra sulla diminuzione delle cause o fattori di rischio di alcune malattie ma trascurano il rafforzamento del fattore di resilienza psicologica" afferma Eric Kim autore della ricerca.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

"I risultati dello studio dimostrano ampiamente che sviluppare il pensiero positivo in associazione ad un modo di affrontare gli eventi della vita con più ottimismo, riduce il rischio di contrarre malattie che portano alla morte. La qualità dei pensieri condiziona i sistemi biologici umani".

Nurses Health Study

I ricercatori hanno monitorato i livelli di ottimismo riscontrati nelle donne che si sono rese disponibili alla ricerca del Nurses Health Study ed altri fattori che hanno contribuito a rendere la vita di questi soggetti più positiva come la corsa, la pressione sanguigna, il regime alimentare e l'attività fisica in generale.

I soggetti sono stati in seguito suddivisi secondo le malattie sviluppate negli anni di monitoraggio per analizzare i dati con più precisione e la conferma che l'ottimismo allunga la vita è stata evidente agli occhi degli studiosi. suddividendo i risultati malattia per malattia si è ottenuto che le donne ottimiste avevano un rischio più basso del 16% di morire a causa di un cancro, del 38% per malattie del sistema cardiocircolatorio, del 39% di ictus, del 39% per malattie polmonari e del 53% a causa di infezioni.

Pubblicità

"È più semplice e meno costoso far rinascere l'ottimismo nelle persone che curare malattie che spesso risultano mortali", afferma Kaitlin Hagan, che ha partecipato alla ricerca. "Incoraggiare le persone a guardare la vita con più ottimismo sarebbe un modo innovativo per rendere le persone più forti aumentando la voglia di vivere e migliorando la loro salute". Più sorrisi e meno malati.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto