Si chiama Butterlfy IQ ed è un ecografo portatile collegato all'iPhone che utilizza un chip semiconduttore di facile fabbricazione piuttosto che i cristalli piezoelettrici utilizzati dagli ecografi. È stato presentato alla conferenza dell'American College of Emergency Physicians (ACEP) a Washington, DC, svoltasi tra il 29 ottobre ed il 1 novembre 2017.

Perché è così innovativo?

Secondo il sito Web di Butterfly iQ, il dispositivo sarà sul mercato per meno di $ 2,000.

Stando al sito web di Healthcare Modern Healthcare, il prezzo medio per i sistemi ad ultrasuoni è di $ 115.000, con sistemi di fascia bassa che costano $ 25.000. Il prezzo così competitivo è dovuto proprio al chip che Butterfly IQ utilizza, basato su un chip semiconduttore.

"Proprio come mettere una macchina fotografica su un chip ha reso la fotografia accessibile a chiunque abbia uno smartphone e mettere un computer su un chip ha consentito la rivoluzione nel personal computing, la tecnologia Butterfly's Ultrasound-on-a-Chip consente di esplorare il corpo umano con un basso costo, rendendo l'imaging diagnostico di alta qualità accessibile a chiunque", ha affermato il Dr.

Jonathan Rothberg, fondatore e presidente di Butterfly Network.

Considerando inoltre che, ad oggi, circa un terzo della popolazione mondiale non ha accesso all'imaging in campo medico, Butterfly IQ si presenta davvero come una soluzione concreta ed alla portata di tutti.

Campi di utilizzo e sviluppi futuri

Il dispositivo verrà utilizzato in 13 diversi campi, tra cui ecografia fetale, addominale, cardiaca, ginecologica, urologica e pediatrica. Trasferisce le immagini direttamente all'iPhone dell'utente tramite un cavo e memorizza le immagini in un cloud compatibile con HIPAA.

(regolamento federale che salvaguarda la privacy dei pazienti).

Il dispositivo è rivolto agli operatori sanitari ed alle strutture negli Stati Uniti autorizzati a eseguire ecografie. La sua uscita è prevista per l'inizio del 2018 e funziona con i modelli di iPhone fin dall'iPhone SE. Inoltre la società ha anche sviluppato applicazioni di intelligenza artificiale progettate per funzionare con l'hardware Butterfly IQ per aiutare sia i medici che gli utenti meno esperti ad interpretare le immagini. La società prevede di rilasciare la funzionalità "assistenza e interpretazione" nel 2018 come software aggiuntivo.

Davvero un grande passo verso la diagnostica sempre più a portata di tasca, sia per dimensioni che economicamente.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto