L’Aedes aegypti, meglio conosciuta come zanzara della febbre gialla, si sta avvicinando all’Europa. L’allarme è stato lanciato dal Centro europeo per il controllo delle malattie (ECDC) che ha emesso un comunicato con il quale mette in guardia i responsabili della prevenzione dei singoli Stati della Ue dai pericoli rappresentati da una eventuale proliferazione di questo tipo di zanzara killer.

La zanzara in questione è originaria dell’Africa tropicale e si può riconoscere dalle macchie bianche sulle zampe e da bande chiare a forma di lira sul torace.

La zanzara della febbre gialla e del virus Zika si avvicina all’Europa

L’allarme sull’arrivo in Europa della zanzara portatrice di varie malattie [VIDEO], tra cui la febbre gialla e il Virus Zika, è stato lanciato dell’ECDC dopo aver rilevato, nel 2017, consistenti insediamenti nelle isole Canarie ed in special modo in alcune zone dell’isola di Fuerteventura, una zona ad alta frequentazione turistica, circostanza che potrebbe favorire la diffusione della zanzara in Europa grazie ai bagagli dei viaggiatori.

Altri focolari sono stati rilevati in zone prossime al continente europeo come l’arcipelago portoghese di Madeira, dove questa zanzara di origine africana è stanziale addirittura dal 2007, nella zona del Mar Nero, sulle coste della Turchia e in Egitto. Da queste zone, secondo gli esperti, potrebbe essere molto facile, per i pericolosi insetti, raggiungere le aree periferiche dell’Europa, come Spagna, Italia e Grecia, dove troverebbero condizioni climatiche particolarmente favorevoli al loro insediamento e, di conseguenza, alla diffusione di focolai di virus.

I pericoli della zanzara della febbre gialla e la prevenzione

Secondo il Centro europeo per il controllo delle malattie è necessario tenere sotto stretto controllo la diffusione della zanzara della febbre gialla ed attuare tutte le misure necessarie per la prevenzione delle malattie di cui è portatrice.

Nelle zone egiziane del Mar Rosso dove sono stati individuati recenti insediamenti, infatti, sono stati registrati focolai di dengue, una pericolosa febbre emorragica che può rivelarsi mortale. Altre malattie trasmesse dalla zanzara Aedes aegypti sono la chikungunya e le già citate febbre gialla e Zika, tutte malattie infettive di origine tropicale.

Si tratta di malattie per le quali non esistono vaccini approvati [VIDEO] e l’unico mezzo per combatterla risiede nella prevenzione il cui primo passo consiste nell’eliminazione dell’habitat naturale dell’Aedes aegypti. A questo proposito, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) consiglia di evitare la raccolta di acqua all’aria aperta e l’utilizzo, da parte delle popolazioni residenti nelle zone infestate dalla zanzara killer, di abiti che coprano completamente la pelle, zanzariere e repellenti per insetti.