Recentemente uno studio ha confermato la pericolosità di alcuni detergenti comuni, che, oltre a causare problemi alla Salute per il loro contenuto in sostanze tossiche, contengono inquinanti per l'ambiente pari a quelli più tossici in natura, come il benzene. Sono stati monitorate le sostanze rilasciate nell'aria e nelle acque nelle "ore di punta" ovvero nei periodi di maggior utilizzo dei detergenti ed è emerso che soprattutto al mattino, quando in molti si preparano per uscire, vengono rilasciate sostanze inquinanti pari ai fumi degli scarichi delle auto.

Pubblicità
Pubblicità

Mentre per sostanze tossiche come toluene o benzene sono state prese misure di sicurezza che ne limitano l'uso, per gli inquinanti dei cosmetici non si è mai fatto nulla.

I silossani

Non è una novità quella che deodoranti, shampoo, profumi, e creme di bellezza inquinino: essi contengono delle sostanze chiamate silossani che sono composte da silicio, ossigeno e idrocarburi alcani, mai sottoposte a regolamentazione e che minacciano l'ambiente. Ad allarmarci è una ricerca statunitense e canadese che è stata recentemente pubblicata su "Environmental Science and Technology" e che si è basata sulle emissioni di sostanze nell'aria di Boulder, negli Usa, e di Toronto in Canada.

Sostanze inquinanti in solari e cosmetici
Sostanze inquinanti in solari e cosmetici

Le analisi hanno mostrato un livello mattutino di D5 molto elevato: la molecola è un silossano usato come ingrediente dei prodotti di bellezza e che una volta applicato sul corpo evapora nell'aria. Il picco di D5 è pari a quello registrato dalle emissioni di benzene dei gas di scarico delle automobili ed è causato dal massiccio utilizzo di prodotti cosmetici nelle prime ore del mattino. Dopo alcune ore i picchi di D5 si attenuano, mentre il benzene rimane elevato, in un rapporto tra le due sostanze inquinanti che è stato stimato di 1:3.

Pubblicità

Anche le creme solari contengono silossani

I ricercatori stanno cercando di capire come il D5 possa creare smog nell'atmosfera e quale sia il suo impatto sull'ambiente e sulla salute delle persone. I silossani sono molecole altamente volatili e una volta emessi possono interagire con i gas dell'atmosfera formano ozono e particolato, molto pericolosi. Ora si prevedono nuove norme che riescano a disciplinare il loro utilizzo, che al momento è massiccio.

Una delle categorie che ne contiene un'ampia dose è quella dei prodotti solari e l'Ue sta già programmando una serie di analisi per decidere come regolamentare determinati prodotti cosmetici.

Leggi tutto e guarda il video