I risultati dello studio inglese Esteem sui benefici della dieta mediterranea in Gravidanza confermano anche per questo periodo particolare della vita delle donne, i ben noti effetti salutari dell'alimentazione tipica delle zone del Mediterraneo, per l'organismo umano. I ricercatori sottolineano l'importanza del regime alimentare a base di olio extravergine di oliva, frutta, verdura, pesce e basso contenuto di carni rosse, specialmente lavorate.

Seguire in modo scrupoloso questo tipo di dieta è fondamentale per limitare l'incremento eccessivo di peso nell'arco dei nove mesi e ridurre l'insorgenza di diabete gestazionale.

Donne incinte ad alto rischio di complicanze

Lo studio ha coinvolto 1.252 donne incinte divise successivamente in due gruppi per essere sottoposte a schemi dietetici diversi. Il diabete gestazionale è un'alterazione del metabolismo del glucosio durante la gravidanza, con possibili conseguenze per la madre e il bambino.

La dieta mediterranea è basata sul consumo quotidiano di olio di oliva extravergine, frutta secca, verdura, frutta di stagione, legumi, cereali integrali, pesce e limitate quantità settimanali di carni rosse. Shakila Thangaratinam, principale ricercatrice dello studio Estreem presso la Queen Mary University ha dettagliatamente illustrato il processo dell'indagine scientifica, spiegando che le donne del gruppo della dieta mediterranea hanno anche escluso il consumo di bevande zuccherate e i cibi da fast food.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Corretta Alimentazione Gravidanza

Le donne partecipanti erano tutte esposte a possibili complicazioni della gravidanza visto che presentavano un numero elevato di fattori metabolici ad alto rischio. Per testare l'efficacia della dieta mediterranea gli esperti hanno suddiviso le donne in due gruppi, il primo gruppo di 627 gestanti ha seguito, per tutto il periodo dei nove mesi, il regime dietetico alimentare di tipo mediterraneo con abbondanza di frutta, verdura, cereali integrali e unico possibile condimento l'olio di oliva.

Le 625 donne del gruppo di controllo, hanno ricevuto indicazioni dietetiche generali secondo le linee guida britanniche, mantenendo le proprie abitudini alimentari.

I risultati dopo i nove mesi di gestazione

''Alla fine del periodo della gravidanza dalle analisi periodiche'', spiega il dottore Shakila Thangaratinam, ''abbiamo osservato nelle donne che in modo dettagliato avevano seguito la dieta mediterranea, una riduzione del rischio di sviluppare il diabete del 35% e l'incremento di peso legato alla gravidanza era minore di 1,5 chili. Infatti, le donne incinte del gruppo di controllo, con indicazioni dietetiche generali, avevano aumentato il loro peso in media di 8,3 chili, mentre le gestanti del gruppo della dieta mediterranea di 6,8 chili. Non sono stati osservati miglioramenti per altre complicanze della gravidanza quali la pressione alta e preeclampsia.

Gli studi futuri osserveranno i benefici dell'esposizione alla dieta mediterranea dei bambini in utero, per tutto l'arco della gestazione, in modo da individuare i possibili effetti sull'obesità, asma e allergie dopo la nascita, oltre allo sviluppo di diabete di tipo 2 nelle madri dopo il parto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto