Oggi 20 gennaio è il Blue Monday: per chi non lo conoscesse, si tratta del Lunedì Blu, il giorno più triste dell'anno. Ricade sempre nel terzo lunedì di Gennaio e gli viene attribuito il colore blu della tristezza. C'è una ragione dietro questa scelta ma soprattutto esistono parecchi accorgimenti per superare la giornata al meglio.

Blue Monday, i fattori che incidono sulla tristezza

Il Blue Monday è stato introdotto come concetto nel 2005 dallo psicologo Cliff Arnall che ha persino elaborato un'equazione utile al calcolo di tale giornata della tristezza.

Lo psicologo ha tenuto conto di vari fattori che, pare, possano incidere sullo stato d'animo dell'essere umano: tra questi, vi sono le condizioni meteorologiche (il freddo, la pioggia e la neve frequenti del mese di Gennaio), il tempo trascorso dal Natale e il tempo che occorre prima delle prossime festività e vacanze (quest'anno la Pasqua è relativamente precoce, il 12 Aprile), la presa di coscienza dei debiti accumulati e delle spese pazze fatte nel mese di Dicembre, il fallimento dei buoni propositi di inizio anno, i bassissimi livelli di motivazione e di volontà di ritornare alla routine giornaliera.

Una situazione intollerabile e terribilmente nera insomma dietro cui vi è un desiderio profondo di reagire: per queste ragioni c'è chi è andato oltre la semplice formula matematica (che pare non avere alcun fondamento) proponendo una serie di consigli da seguire per superare il Blue Monday.

Alcuni consigli per affrontare il Blue Monday

Sebbene sia tutto concentrato in una sola giornata, è bene però impegnarsi da subito per affrontare e magari superare la tristezza del Blue Monday.

In primis, occorre attivare tutti i sensi: già dal caffè del mattino è bene non solo assaporarlo con il gusto e la vista, ma anche farsi trasportare dal suo odore e dal calore della tazza. Così deve essere per ogni azione che si andrà a compiere in questa giornata. E' bene, inoltre, eliminare la parola lamento dal proprio vocabolario e pensare positivo: magari ritornando indietro con la mente ad un momento particolarmente bello della vostra vita, come può essere un viaggio o un luogo, concedersi uno sgarro alimentare, magari mangiando qualcosa a cui diciamo spesso di no, o fare una passeggiata all'aperto o semplicemente del movimento che liberi le endorfine.

Un altro consiglio può essere quello di sforzarsi a sorridere, mostrando a tutti coloro che si incontrerà in questa giornata il migliore sorriso, magari indossando anche l'abito più bello presente nell'armadio e che può far guadagnare autostima. Infine, uno dei migliori consigli (e forse il più efficace nel superamento di questo Blue Monday 2020) è pensare e magari prenotare la prossima vacanza: sì perchè il sapere di avere una data precisa per l'evasione dalla routine quotidiana mette di per se di buon umore. Si può partire magari dall'acquisto di libri di viaggio e poi via con le prenotazioni.

Blue Monday vs giorno più felice dell'anno

Nessuna disperazione: accanto al giorno più triste dell'anno vi è anche quello più felice. Sempre secondo alcuni calcoli di Arnall che tengono conto di fattori come l'attività all'aperto, la natura, la temperatura più mite, l'attesa delle vacanze, la maggiore interazione sociale e i ricordi legati al passato, sembra che il giorno più felice dell'anno ricada all'incirca vicino al solstizio d'estate nell'emisfero nord e che in questo 2020 cadrà il 20 giugno.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!