Ha studiato i pipistrelli nelle grotte per più di quindici anni e da gennaio è diventata famosa per le sue ricerche la virologa cinese 56enne Shi Zhengli, che risponde alle accuse del luogo comune secondo cui il Coronavirus sarebbe sfuggito da laboratori di Wuhan. Le parole della dottoressa sono rivolte a Donald Trump, a cui chiede di porgere delle scuse per essersi unito al coro di voci rimbalzate sui tabloid inglesi miste di tesi e complotti sull'origine del virus.

Le parole di Trump danneggiano il lavoro dei virologi e sono infondate

"Il Sars-cov-2 non è nato a Wuhan e il presidente americano Trump (che ha utilizzato numerosi slogan come "virus di Wuhan" o "virus cinese" e addirittura "Kung flu", ndr) dovrebbe ricredersi e scusarsi per tali affermazioni".

A riportare queste parole, la scienziata cinese ora denominata "Bat Woman" per i lunghi anni di studio sui pipistrelli. "Le affermazioni di Trump, che dicono che il virus sia uscito dal nostro istituto, contraddicono i fatti", sostiene la virologa Zhengli in una intervista riportata dal Corriere della Sera. "Trump ci deve delle scuse" incalza ancora la dottoressa aggiungendo quanto queste affermazioni danneggino il loro operato e la loro vita privata. Secondo quanto dichiara la stimata scienziata, il virus della Covid-19 è stato scoperto da lei e dai suoi colleghi a fine 2019 in seguito al riscontro di alcune polmoniti anomale. "Prima di allora non eravamo stati mai a contatto con il virus e né sapevamo della sua esistenza" ha chiarito infatti la studiosa.

La trasmissione e l'origine del virus

Secondo la tesi della ricercatrice Shi, che ne spiega le sue teorie alternative, vi sarebbe una probabilità molto bassa che il virus possa essere passato per via diretta dal pipistrello all'uomo. Infatti lo scenario inquadrato dalla virologa cinese si basa sulla teoria del passaggio a un ospite intermedio per cui sarebbe alquanto impossibile stabilire il luogo d'origine della trasmissione del coronavirus.

A sostegno di questa tesi la scienziata pone il paragone di altri virus come ad esempio quello dell'HIV. In questo caso la malattia, conosciuta come Aids, ha avuto il suo sviluppo in un luogo diverso da quello in cui è avvenuto lo "spillover", cioè il salto da animale a uomo. "Non credo che il passaggio sia avvenuto a Wuhan" dice ancora la virologa, attestando che le sue ipotesi provengono dagli studi svolti sinora sullo stato e sull'evoluzione del virus.

L'appello lanciato al termine della lunga intervista dalla virologa Shi Zhengli riporta la richiesta di una collaborazione internazionale sullo studio dei virus presente e futuro e sulle sue origini. "Spero che tutti gli scienziati del mondo possano essere uniti" conclude così la dottoressa dei pipistrelli.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!