"Michael Schumacher è morto". La voce aveva fatto il giro del web in pochi minuti ma per fortuna è tutto falso! La situazione di Schumacher resta però delicatissima. Il pilota tedesco, 7 volte iridato in F.1., è ricoverato in coma dal 29 dicembre scorso, giorno in cui rimase vittima di una rovinosa caduta sugli sci a Meribel, in Francia. Schumi è ancora vivo! A darne l'annuncio è stato l'ospedale di Grenoble, che ha smentito le voci della morte dell'ex campione di Formula Uno.

Solo una settimana fa i medici universitari del centro di Grenoble avevano iniziato - notizia confermata da parte della manager del pilota Sabine Kehm - un graduale processo di risveglio, per cercare di far uscire Schumacher dal coma indotto; un processo che avrebbe potuto durare a lungo. Il progresso, però, non parrebbe avere dato grandi esiti; il responsabile della medicina dell'ospedale, Heinzpeter Moecke - secondo quanto riportato dal Mundo Deportivo - avrebbe dichiarato che "La condizione è molto delicata".

Si rincorrono voci di uno stato vegetativo persistente.

Il campione tedesco il 29 dicembre andò a sbattere la testa (peraltro protetta dal caschetto) contro le rocce, coperte dalla neve fresca, di un pezzo di raccordo fra le piste dove stava sciando. Subito soccorso, è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Grenoble. Le sue condizioni, apparse da subito disperate, dopo le due operazioni per ridurre la pressione endocranica, erano state definite "molto critiche"; poi, a distanza di settimane, "stabili".

Il pericolo di vita pareva allontanato. La famiglia ha chiesto di rispettare il silenzio e il riserbo, senza dar credito alle notizie speculative che circolavano numerose. Uniche fonti certe le notizie provenienti direttamente dalla manager o dai medici della struttura sanitaria. Dopo una nota ufficiale diramata il 17 gennaio, che parlava di "condizioni stabili" del pilota, e tanti messaggi di affetto e incoraggiamento a Schumi da ogni parte del mondo, il quadro generale torna ora a essere sempre più confuso.

Ancora una volta: FORZA SCHUMI!!!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto