Dopo il successo della gara di inaugurazione aPechino il 13 settembre, il campionato prosegue visitando un'altrabellissima cittadina dell'estremo oriente, Putrajaya, la capitalefederale amministrativa della Malesia, 50 km a sud della capitaleKuala Lumpur.

Circuito

Il circuito, percorso in senso orario, è lungo2,5 km con 12 curve, e si svolge nel quartiere di Perdana Putrapassando davanti alla sede del Primo Ministro e ad alcuni dei piùbei grattacieli che spiccano nel panorama della città.

Il circuitopresenta diversi passaggi spettacolari. Il primo è lachicane 1-2 alla fine del rettifilo dei box dove i piloti arrivanocon una velocità di 200 km/h e devono decelerare con forza digravità negativa di 1,9 g. Questo è uno dei punti in cui si puòtentare il sorpasso ritardando al massimo la frenata. Seguono unaserie di curve medie e lente che portano il gruppo alla curva T6, dapercorrere in seconda a 80 km/h, seconda occasione per tentare ilsorpasso proprio di fronte alla tribuna dei Fan.

La terza occasione èalla curva 9, proprio prima del tornante secco ad U che ricorda aipiloti quello famoso del circuito di Macao. Questo è un punto in cuiè difficile stare appaiati e si deve fare molta attenzione a nonfinire contro il muro in uscita. La curva 12 immette sul rettifilodei box per cui è importante uscirne bene per sfruttare al meglio lavelocità della vettura. Il rettifilo è anche uno dei pochi punti incui conviene sfruttare il Fan Boost, la possibilità di accelerareper 5 secondi di extra spinta, da 150 kW a 180 kW, assegnata dai Fana tre dei loro piloti preferiti. 

Piloti

Rispetto alla prima gara di Pechino, la lista dei20 piloti presenta solo una variazione: nel team inglese Amlin Aguriil portoghese Antonio Felix da Costa sostituirà Takuma Sato, che inGiappone aveva fatto il giro più veloce in gara.

La classificapiloti vede in testa il brasiliano Lucas di Grassi con 25 punti,seguito da Montagny 18 e Bird 15. La classifica per scuderie vede alprimo posto la Andretti Formula E con 30 punti, seguita dal team AudiSport ABT con 26 e dalla Virgin Racing del baronetto Richard Branson,fondatore del gruppo Virgin. In una conversazione con i giornalistiche seguono l'evento, Lucas di Grassi ha confermatoche in Formula E si deve correre sempre al limite, ma stando beneattenti a non superarlo perché, anche se le velocità non sonoquelle della Formula 1, si corre non in pista ma su asfalto normale e su strade cittadine strette dove il minimo errore può esseredisastroso.

Inoltre, poiché prove libere, qualifiche e gara sisvolgono tutte nello stesso giorno, un errore all'inizio può costarela partecipazione alla gara stessa.

Orari

Le prove libere si terranno fra le 7.45 e le 9.00. Fra le10.00 e le 10.55 seguiranno le qualifiche divise in 4 gruppicon sessioni di 10 minuti ciascuna intervallate da 5 minuti di sosta.Per ragioni meteorologiche – si prevedono piogge nel tardopomeriggio - la partenza della gara, di 31 giri, è stata anticipataalle 14.00.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto