A pochi giorni dal primo appuntamento in vista della stagione 2016, il Team Movistar ha presentato il suo ultimo acquisto, lo spagnolo Antonio Pedrero. Saranno così 27 i corridori che da lunedì si ritroveranno al Castillo de Goraiz per il primo pre ritiro stagionale. Tra questi anche gli altri nuovi acquisti, tra cui spiccano Daniel Moreno (dalla Katusha) e il colombiano Carlos Betancur (dalla AG2R).

Pedrero, ultima novità della Movistar

Antonio Pedrero è l’ultimo ingaggio del ciclo mercato di casa Movistar. E’ un corridore giovane, 24 anni, con buone doti di scalatore.

Nell’ultima stagione ha corso con una piccola squadra continental dominicana, con cui ha vinto una tappa al Giro di Guadalupa. Pedrero è il quinto ed ultimo ingaggio della Movistar per la stagione 2016. Un ciclo mercato di grande qualità, quello della squadra spagnola, che ha riportato tra le sue fila lo scalatore Daniel Moreno, già con Valverde e compagni nel 2008 e 2009. Grande attesa c’è per l’altro nuovo, il colombiano Carlos Betancur, reduce da un lungo periodo di oblio, ma pur sempre corridori ancora giovane e di grande classe. Arriva anche il portoghese Nelson Oliveira, reduce da una positiva stagione alla Lampre Merida, e infine il giovane Jorge Arcas.

L’organico della Movistar 2016: Amador, Anacona, Arcas, Betancur, Castroviejo, Dowsett, Erviti, Fernandez, Josè Herrada, Jesus Herrada, Ion Izagirre, Gorka Izagirre, Lobato, Malori, Daniel Moreno, Javier Moreno, Oliveira, Pedrero, Nairo Quintana, Dayer Quintana, Rojas, Soler, Sutherland, Sutterlin, Valverde, Ventoso, Visconti.

I programmi per il 2016

Anche se la programmazione sarà definita nel corso dei ritiri delle prossime settimane, c’è già un’idea di massima per il progetto della stagione 2016 in casa Movistar. L’idea è quella di separare più nettamente Valverde e Quintana, senza il doppio leader al Tour de France che di fatto ha frenato il corridore colombiano.

Valverde dovrebbe debuttare al Giro d’Italia dopo aver puntato alle sue classiche, dove avrà un gruppo straordinario, rinforzato dagli arrivi di Betancur e Moreno. Al Giro Valverde sarà il leader unico della Movistar, poi andrà anche al Tour, ma con un ruolo ben definito fin da subito di spalla di Nairo Quintana. La Movistar cercherà poi delle conferme dai giovani su cui sta puntando, soprattutto i due ex vincitori del Tour de l’Avenir (il Tour degli under 23), Ruben Fernandez e Marc Soler.

La squadra spagnola sarà molto competitiva anche nelle cronometro individuali e a squadre, con l’argento Mondiale Malori ma anche Dowsett e Castroviejo, e nelle corse di una settimana. Il pavè resta un terreno proibitivo, mentre per le volate c’è Juan Josè Lobato, un corridore che qualcuno ha paragonato ad Oscar Freire.