Grave incidente per Max Biaggi sul circuito Sagittario di Latina. Il pilota romano, dopo la caduta sul circuito laziale, è stato trasportato in elisoccorso all'ospedale San Camillo di Roma, dove è arrivato in condizioni critiche. Accanto a lui, la sua fidanzata Bianca Atzei, la mamma e il papà, insieme ad alcuni parenti ed amici. Nell'ospedale romano è arrivata anche Eleonora Pedron, ex Miss Italia 2002 ed ex compagna del pilota romano, dalla cui relazione sono nati due figli, accorsa per avere notizie del padre dei suoi bambini. "L'abbiamo sfangata anche questa volta", le parole di un preoccupato ma vigile Max Biaggi al padre Pietro Biaggi, durante l'arrivo al pronto soccorso romano del San Camillo.

Lo stesso genitore riferendo queste frasi del figlio ai cronisti accorsi in massa all'ospedale per avere notizie del pilota ex MotoGP, ha accennato un timido sorriso dopo lo spavento iniziale dell'incidente. Secondo quanto si apprende dall'entourage del pilota italiano, l'incidente è avvenuto in tarda mattina, durante una sessione di prove libere in vista della gara prevista per domenica sul circuito del Sagittario a Latina.

Le condizioni del pilota italiano

Max Biaggi secondo quanto filtra dall'ospedale San Camillo, ha riportato la frattura multipla delle costole; il pilota per ora rimane ricoverato precauzionalmente nel reparto di rianimazione. "La prognosi per ora è riservata, ma se tutto sarà ok, potrà rimettersi in circa trenta giorni", riferisce Emanuele Guglielmelli, direttore del pronto soccorso dell'ospedale San Camillo di Roma in cui è arrivato il pilota romano intorno alle 14:04 del 9 giugno, grazie all'ausilio dell'elisoccorso.

Il direttore del pronto soccorso ha evidenziato come la rete del 118 abbia funzionato molto bene, dopo che l'ospedale è stato allertato in anticipo dell'arrivo del pilota. Biaggi quando è atterrato con l'elisoccorso era sveglio e cosciente, non avendo mai perso i sensi durante il tragitto. Il pilota presenta anche un trauma toracico importante e per tal motivo viene trattenuto il rianimazione per accertare le sue condizioni con il passare delle ore.

La prognosi rimane riservata e l'ospedale emetterà tramite l'ufficio stampa un bollettino medico sulle condizioni del pilota. A margine delle domande dei cronisti che chiedevano di un possibile pneuma-torace, il direttore Guglielmelli ha anche riferito che c'è una piccola 'faldina' che viene monitorata.

Segui la pagina Moto GP
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!