Il CDA della Virtus Bologna si terrà il 27 giugno. Nella circostanza sarà fissato il budget disponibile per la prossima stagione, ma già all'indomani della serie finala vincente dei play off contro Trieste, sono iniziati a circolare nomi 'caldi' per il roster delle V nere in vista del massimo campionato edizione 2017/2018. Il primo è quello di Pietro Aradori che ha da poco concluso la sua esperienza con la Pallacanestro Reggiana.

Aradori verso Bologna

Atleta di enorme esperienza, Pietro Aradori ha vestito in passato le canotte di Olimpia Milano, Virtus Roma, Mens Sana Siena e Galatasaray, oltre quella della Nazionale.

Si tratta di un esterno estremamente duttile, in grado di giocare indifferentemente guardia o ala piccola. Per assicurarsi le sue prestazioni si starebbe muovendo anche l'Auxilium Torino che gli avrebbe offerto un contratto di circa 300 mila euro a stagione, ma il diretto interessato avrebbe preso tempo, probabilmente per aspettare una chiamata ufficiale da parte della Virtus (si vocifera di un offerta da un milione netto da spalmare in 3 anni). Qualche giorno fa, Aradori ha postato su Facebook una lettera nel qualche ringraziava tutti per gli anni trascorsi a Reggio Emilia, seguita da una sua foto al PalaDozza: potrebbe essere un messaggio subliminale?

Le probabili conferme

Oltre però alle operazioni in entrata che inizieranno a ufficializzarsi in seguito al CDA, la Virtus ha ancora sotto contratto Lawson, Umeh, Rosselli, Ndoja e Stefano Gentile.

Marco Spissu, di proprietà della Dinamo Sassari, e reduce da un ottima stagione in prestito secco a Bologna ed avrebbe espresso la volontà di rimanere nel capoluogo emiliano. Guido Rosselli sarebbe invece nel mirino della Dè Longhi Treviso dopo aver disputato una stagione da protagonista in cui ha vinto anche il premio MVP come migliore italiano.

Il nigeriano Michael Umeh vorrebbe continuare a giocare sotto le due torri, ma sembra sempre meno sicura la sua permanenza mentre il centro Kenny Lawson quasi sicuramente rimarrà nonostante il sondaggio su di lui da parte di Trieste. Fra i tre under che hanno disputato la A2 insieme alla prima squadra, probabilmente, Alessandro Pajola sarà trattenuto mentre, per quanto riguarda Tommaso Oxilia e Lorenzo Penna, probabile la cessione verso piazze minori che possano però garantire loro un maggiore minutaggio. A meno di eventuali colpi di scena, il coach sarà anche l'anno prossimo Alessandro Ramagli, voluto fortemente da Alberto Bucci.