Marin Cilic è il primo finalista del torneo di Wimbledon 2017. Il croato si è sbarazzato in quattro set dell’americano Sam Querrey al termine di un match tiratissimo, concluso con il punteggio di 6-7 6-4 7-6 7-5, dopo 2 ore e 56 minuti di gioco. Per Cilic si tratta della prima finale a Wimbledon e della seconda in assoluto negli Slam, dopo essersi aggiudicato a sorpresa lo US Open 2014. L’attuale n. 7 della classifica ATP aveva conquistato tre quarti di finale consecutivi nelle sue ultime apparizioni qui a Londra. Adesso attende il vincitore dell’altra semifinale, che vede opposti l’eterno Roger Federer e il ceco Tomas Berdych.

Cilic in finale a Wimbledon 2017

Com’era facilmente preventivabile, la sfida tra Cilic e Querrey si è giocata a suon di servizi vincenti, autentica specialità di entrambi i contendenti. Durante tutto l’arco della partita Cilic ha sempre dato l’impressione di esprimere un talento maggiore rispetto all’avversario, ma va dato merito all’americano di aver tenuto botta con orgoglio e grande concentrazione. Per Querrey si trattava della prima semifinale Slam dopo 42 partecipazioni (un record). I due si erano già incontrati due volte a Wimbledon, nel 2009 e nel 2012, finendo entrambe le sfide a quinto set. Cilic aveva avuto la meglio anche in quelle occasioni, e adesso conduce il conto complessivo dei loro incontri per 5 a 0.

Il film della partita

Il primo set non ha concesso troppi sussulti fino al tie break, con i due giocatori che riuscivano a portare a casa ogni turno di servizio. Un paio di sciagurati errori di rovescio del croato regalavano il gioco decisivo a Querrey, che si aggiudicava così la prima frazione. Il primo break dell’incontro arrivava nel secondo set, e bastava a Cilic per riequilibrare le sorti del match.

Scambio di break all’inizio del terzo set, ma il tie break si rende ancora necessario. Qui è l’americano a ricambiare il favore, affondando in rete il diritto che manda Cilic a conquistare il set e salire 2-1 nel punteggio. Quando Querrey sale 3-1 nel quarto set sembra delinearsi la classica sfida all’ultimo sangue e all’ultimo set, ma l’americano comincia a dare segni di cedimento soprattutto sul piano della lucidità, e prima si fa agguantare sul 4-4 e poi concede l’ultimo, decisivo break che spedisce in orbita il croato, alla sua prima finale di Wimbledon.

Le dichiarazioni del vincitore

“È incredibile”, ha dichiarato Cilic al termine del match, “specialmente per come sto giocando dall’inizio del torneo. Sto mantenendo un alto livello, anche Sam ha giocato molto bene. Ho sciupato molto nel primo set, ma poi credo di essere stato il migliore sulla risposta, l’ho costretto a giocare molti scambi nei suoi turni di battuta. “Sam ha servito molto bene”, ha proseguito il croato, “costringendomi a giocare il mio miglior Tennis. Sono stato fortunato a rientrare in partita nel quarto set”.

Cilic è il primo croato a raggiungere la finale di Wimbledon dopo Goran Ivanisevic, vincitore qui nel 2001. Adesso per lui si profila una finale contro Roger Federer o Tomas Berdych: “Sarà dura, in ogni caso. Tomas sta giocando bene, come al solito, e Roger sta giocando il miglior tennis della sua carriera. Ma io mi devo concentrare sul mio tennis e giocare al massimo delle mie possibilità”.