La Vuelta Espana 2017 avrà una starting list eccezionale, con molti dei campioni che si ritroveranno uno contro l’altro dopo essersi divisi tra Giro e Tour. La composizione delle squadre non è ancora completa, visto che la corsa scatterà sabato 19 agosto, ma già ora si può avere un’idea di quello che sarà il livello. Tra i campioni che sono stato protagonisti del Tour de France appena concluso ritroveremo Chris Froome, Romain Bardet e Fabio Aru, mentre tra i reduci del Giro d’Italia spiccano i nomi di Vincenzo Nibali, Bob Jungels e Ilnur Zakarin.

Una Vuelta Espana grandi firme

La Vuelta Espana può essere considerata la corsa a tappe con la starting list più altisonante per quanto riguarda i corridori da grandi giri. Mancheranno Quintana e Pinot, reduci dal doppio impegno Giro – Tour, oltre a Dumoulin e Uran che hanno scelto un programma più leggero che comprende le corse canadesi del World Tour. Gli altri ci saranno praticamente tutti. Chris Froome proverà a vincere finalmente questa corsa in cui finora ha collezionato tre secondi posti. Il britannico guiderà una Sky ancora in formato super, con il ritorno di Poels, ma anche con la presenza di Rosa e il debutto in un grande giro di Moscon.

Tra i reduci del Tour de France rivedremo Romain Bardet e Fabio Aru, ma anche Alberto Contador, entrambi i gemelli Yates con Chaves, ed ancora Damiano Caruso e il rientrante Rafal Majka. Anche tra chi ha disegnato la sua prima parte di stagione sul Giro d’Italia molti saranno al via della Vuelta Espana. Rivedremo infatti Vincenzo Nibali, che torna a correre il 29 luglio in Polonia, ed ancora Pozzovivo, Formolo, Kruijswijk, Jungels, Zakarin, e si rivedrà finalmente anche Wilco Kelderman, che al Giro aveva concluso con la discussa caduta provocata da una moto ai piedi del Blockhaus.

Mancano gli sprinter

Se il livello della contesa per la classifica generale si preannuncia già altissimo, non così sarà per le volate e le vittorie delle tappe intermedie. Il percorso di questa Vuelta Espana lascia infatti pochissimo spazio a chi non è uno scalatore. Le tappe da volata potrebbero essere infatti solo tre o quattro e così nessuno dei big dello sprint mondiale è atteso al via della corsa.

La Vuelta Espana scatterà da Nimes il 19 agosto con una cronometro a squadre per concludersi a Madrid il 10 settembre. Anche quest’anno la corsa a tappe iberica sarà trasmessa ogni giorno in diretta tv da Eurosport.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!