Un successo senza precedenti, questo il risultato finale della due giorni organizzata per la 19esima edizione della «maratona di ravenna Città d’Arte», quest’anno intitolata Global Ports e capace di attrarre migliaia di persone, non solo runner, alla scoperta della Romagna e degli otto monumenti paleocristiani della città di Ravenna che l'Unesco ha dichiarato patrimonio Mondiale dell'Umanità.

La partecipazione collettiva registrata nel corso del week-end lascia spazio a pochi dubbi e sembra preannunciare nuovi ed incredibili traguardi da raggiungere nei prossimi anni per un evento che ha davvero coinvolto l’intero territorio romagnolo, andando ben oltre i confini della sola provincia ravennate.

Per iniziare, nella mattinata di sabato i cittadini hanno risposto presenti con una partecipazione incredibile alla Conad «Family Run» organizzata dalla Asd Ravenna Runners Club sotto marchio UISP. Studenti delle scuole del territorio, famiglie, curiosi ed appassionati hanno composto un quadro eterogeneo formato da 2.200 partecipanti di ogni età che, partendo dai Giardini Pubblici, è transitato sui 2 km previsti per l'evento in una sorta di grande festa collettiva, tra camminatori, veri podisti e persone che hanno goduto semplicemente del piacere di "partecipare" e di "esserci".

E sempre al sabato, successo indiscutibile anche per la prima edizione della «Dogs & Run», la maratonina «a sei zampe» alla quale hanno partecipato 120 coppie formate cane-padrone dando vita ad un’esperienza e ad una corsa divertente e curiosa.

Domenica l'evento principale

Mentre nelle ultime ore del sabato ed all'alba della domenica in molti hanno scelto di concedersi una visita all’Expo Marathon Village, la grande fiera allestita sempre nei giardini pubblici alle spalle del MAR, il Museo d'Arte della città, è arrivato il giorno della Maratona e dell’attesa partenza da Via di Roma.

Il giorno del trionfo, il giorno delle tante persone ritrovatesi insieme nonostante il freddo e la nebbia per incitare i campioni italiani e stranieri della Maratona, per cimentarsi nella Mezza Maratona oppure più semplicemente per una corsetta o passeggiata sui 10 km della «Almaverde Bio». Tutti ammirando i celebri monumenti dell'ex capitale bizantina. Tutti in scarpe e tuta per questa manifestazione capace di ergersi ad appuntamento sportivo e turistico anche a mesi di distanza dalla chiusura della stagione balneare estiva.

Ed eccoli i numeri. Sono stati 1.190 coloro che hanno gareggiato sui 42,2 km della «Global Ports Maratona di Ravenna», mentre 1.539 hanno preso parte alla Mezza Maratona. Exploit finale impressionante infine per la 10 km «Almaverde Bio» con 5283 iscritti, un numero senza precedenti, e qualche altro migliaio di persone che si sono accodate ai partecipanti anche senza pettorale. In totale, più di ottomila iscritti nella sole prove della domenica mattina.

«Un’edizione memorabile – dice Stefano Righini, presidente di Ravenna Runners Club – e lo dicono i numeri che sono entusiasmanti: 10.300 partecipanti tra sabato e domenica. Impressionanti i corridori che hanno preso parte alla 10.5 km denominata Almaverde Bio Good Morning Ravenna, per lo più ravennati e ragazzi. Stessa emozione sabato abbiamo provato nel vedere 2.000 bambini e giovani al via della Conad Family Run ai quali si sono aggiunti all'ultimo altri 200 bimbi circa senza pettorali perché erano già terminati.

Grande partecipazione per le donne e dei cittadini, visto che lungo il percorso in centinaia erano in attesa per applaudire e incitare i runner. Sono questi i numeri più importanti e le cose più belle da ricordare di questa 19esima edizione».

Un'ultima chicca è stata infine la medaglia della Maratona 2017, un pezzo unico per ogni partecipante realizzata dall'artista Anna Fietta ed ispirata ai celebri mosaici ravennati con un elemento di decoro, caratterizzato dalla croce, spesso presente all’interno delle opere d'arte bizantine.

Le classifiche della Global Ports Maratona di Ravenna 2017

Maratona 42,195 km Maschile: 1) Samuel Kimutai Kiptum (Kenya) 2:21:20 2) Samuel Njeru Karani (Kenya) 2:34:55 3) Elöd Zsigmond (Ungheria) 2:35:08

Maratona 42.195 km Femminile: 1) Marja Vrajc (Croazia) 2:48:29 2) Agnieszka Kuzik (Polonia) 2:59:08 3) Francesca Patuelli (Italia) 3:11:18

Mezza maratona 21,097 km Maschile: 1) Mang’ata Andrew kwemoi (Kenya) 1:05:08 2) Kurgat Gideon Kiplagat (Kenya) 1:05:09 3) Francessco Nastasi (Italia) 1:14:32

Mezza Maratona 21,097 km Femminile: 1) Lagat Ivyne Jeruto (Kenya) 1:17:40 2) Tunde Szabo (Ungheria) 1:20:24 3) Federica Poesini (Italia)

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto