Se la quasi totalità degli sportivi di alto livello segue dei principi attenti e rigidi in fatto di alimentazione, c’è anche chi si fa beffe dei regimi dietetici più sani senza per questo vedere pregiudicati i propri risultati. Mathieu Van Der Poel, il campionissimo del ciclocross che è arrivato anche sul podio agli Europei su strada vinti da Trentin, ha rivelato di non vivere di soli sacrifici e di concedersi abitualmente dei pasti non proprio usuali per un atleta professionista.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Ciclismo

Il fuoriclasse olandese ha parlato della sua dieta in una tv del suo paese, destando molta curiosità.

Van Der Poel, il campione di tutte le discipline

Mathieu Van Der Poel, figlio dell'ex campione Adrie Van Der Poel e nipote di Raymound Pulidor, è uno dei fenomeni della nuova generazione del ciclismo [VIDEO].

Per chi segue abitualmente il ciclocross è già una leggenda, ad appena 23 anni, ma anche nelle poche apparizioni su strada il giovane fuoriclasse olandese ha fatto vedere doti eccezionali. Nel suo ricchissimo palmares conta già un Mondiale di ciclocross, un altro su strada tra gli juniores e un bronzo nell'ultima rassegna iridata di mountain bike, segnalandosi come un campione in grado di vincere ovunque.

Quest'anno sta dettando legge nella stagione di ciclocross, aggiudicandosi regolarmente il duello con il rivale storico Wout Van Aert. Dietro ai successi del campione olandese c’è un talento da predestinato, una preparazione adeguata ma anche qualche digressione che lui stesso ha raccontato al programma televisivo Over Eten. Van Der Poel ha rivelato alcune sorprendenti scelte nel suo regime alimentare, come la predilezione per il ketchup e le patatine fritte.

‘Nel ciclocross non servono riserve’

Il campione ha iniziato parlando del suo pasto pre gara durante la stagione del ciclocross. “Non mangio molto il giorno della gara, perché preferisco avere lo stomaco quasi vuoto dato che farò uno sforzo enorme fin dalla partenza. In realtà mangio di più in una giornata di allenamento. Nel ciclismo su strada [VIDEO]bisogna avere delle riserve, ma non nel ciclocross” ha spiegato Van Der Poel, aggiungendo che il suo pasto abituale, consumato tre ore prima della gara, consiste in pasta con prosciutto, formaggio e una generosa dose di ketchup.

Aggiungo molto sale al mio cibo, specialmente quando fa caldo” ha dichiarato il campione olandese, che durante una gara di ciclocross beve circa mezzo litro di una bevanda energetica. Nel dopo gara poi il giovane campione mangia subito una torta al caffè e una pagnotta, ma non rinuncia alle patatine fritte con l’amato ketchup. “Non credo che correrei dieci secondi più veloce se rinunciassi alle patatine fritte” ha aggiunto il fuoriclasse olandese.