Organizzata da Rcs Sports, domenica 7 aprile si corre l’edizione numero 19 della Milano Marathon. Partenza e arrivo in Corso Venezia, oltre 7mila gli iscritti, italiani e provenienti da tante diverse nazioni. Sulla distanza canonica dei 42,195 chilometri, il percorso, scorrevole, è tracciato ad anello nel pieno centro della città e attraversa tanti luoghi simbolo della stessa. La gara è inserita nella categoria Gold Label della Fidal e in quella Silver Label dell'Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera.

Pubblicità
Pubblicità

E sarà anche trasmessa in diretta tv da Sky, sul canale Sky Sport Arena, a partire dalle ore 10:00. Gara inoltre visibile anche in diretta streaming su SkyGo.

Percorso tra i luoghi simbolo di Milano

Dopo lo start da Corso Venezia, fissato alle ore 9:00 (con tempo limite di percorrenza in 6h30’), il percorso volta in direzione di Piazza San Babila per poi attraversare Piazza Duomo intorno al decimo chilometro, quindi raggiungere il Castello Sforzesco e subito dopo la zona Fiera.

Continuando poco fuori il centro storico, il passaggio al Galoppatoio e allo Stadio San Siro precedono i lunghi viali rettilinei di Parco di Trenno, prima di tornare verso il centro città in direzione dell’Arco della Pace e del largo viale alberato di Corso Sempione, quando mancheranno due chilometri all’arrivo di Porta Venezia.

Dislocati lungo tutto il tracciato della maratona ci saranno numerosi presidi musicali a rendere ancor più festosa l’atmosfera della metropoli meneghina in questa domenica mattina di grande running internazionale che, in concomitanza con la Milano Marathon, ricordiamo, manda in scena anche la XXV edizione della Maratona di Roma.

Pubblicità

Tra le numerose iniziative collaterali alla competizione, segnaliamo la prima edizione di Milano Running Festival, una manifestazione fieristica interamente dedicata al mondo del podismo, che è iniziata ieri, giovedì 4, e si terrà fino a sabato 6 aprile in zona CityLife.

Favoriti, su tutti i (soliti) keniani

Tra i principali favoriti per la vittoria della competizione, tra gli uomini spicca il nome di Edwin Koech, esperto fondista keniota che detiene il tempo record della gara (2h 07’13”, stabilito nel 2017) e proverà, pertanto, a superare se stesso.

Anche tra le donne la grande favorita è un atleta del Kenya, la 28enne Vivian Kiplagat, già vincitrice della passata edizione in virtù della squalifica per doping della connazionale Lucy Kabuu; tra gli uomini, invece, 12 mesi fa il successo è andato all’etiope Abdiwak Tura. Mentre il tempo record femminile appartiene a Margaret Okayo (Kenya), di 2h24'59", ottenuto nel 2002.

In casa Italia, tra gli altri, al via ci saranno gli esperti Stefano La Rosa e Anna Incerti, con quest’ultima che ha vinto la Milano Marathon nel 2008.

Pubblicità

Tutti al femminile, sono complessivamente tre i successi italiani, grazie anche a Lucilla Andreucci nella prima edizione del 2000 e a Marcella Mancini che si è imposta nel 2011. Al maschile, invece, mai un successo italiano e un solo trionfo di un atleta non africano (il portoghese Helder Ornelas nel 2005) nelle 18 edizioni finora disputate.

Leggi tutto