Mentre il mondo del ciclismo professionistico si è ormai rimesso in moto con i primi raduni in vista dell’avvio della stagione 2020, c’è anche chi non sa ancora se potrà continuare a gareggiare dovrà forzatamente appendere la bicicletta al chiodo. Gli organici delle squadre sono ormai pressoché completati e i corridori che non sono riusciti a trovare un posto nella fitta trama di acquisti e cessioni del ciclo mercato hanno ormai poche speranze di firmare un contratto. Tra coloro che rischiano seriamente di chiudere la carriera ci sono anche diversi nomi importanti, alcuni un po’ in là con gli anni, altri reduci da periodi complicati per infortuni o altre vicissitudini.

Bakelants, la svolta al Lombardia di due anni fa

Uno dei corridori dal palmares più prestigioso nella lista di chi non ha ancora una squadra per la stagione 2020 è il belga Jan Bakelants, già vincitore di una tappa e maglia gialla al Tour de France. Bakelants ha vissuto una stagione non particolarmente brillante in maglia Sunweb e non ha ottenuto il rinnovo del contratto, né una chiamata da qualche altro team. “Sono ancora alla ricerca di una squadra e questa situazione è molto frustrante” ha dichiarato il corridore belga, vincitore anche di un Giro del Piemonte e di un Giro dell’Emilia.

Il punto di svolta della carriera per Bakelants è stato un grave incidente avvenuto al Giro di Lombardia 2017.

“Non sono più riuscito ad esprimermi come volevo” ha spiegato l’ex corridore di Radioshack e AG2R, che non è riuscito finora a convincere nessun team sulle sue possibilità di essere ancora un uomo importante, anche per l’esperienza e la capacità di mettersi al servizio dei capitani.

L’enigma Amador e le incertezze di Pozzovivo

Non resterà senza squadra, come invece rischiano di fare in molti, ma anche la situazione di Andrey Amador è tutta da chiarire. Il corridore del Costa Rica è conteso tra la Movistar, con la quale era sotto contratto, e il Team Ineos, dove vorrebbe passare spinto anche dal suo agente Giuseppe Acquadro. Alla fine il cambio di squadra dovrebbe andare in porto, ma ad oggi Amador non potrebbe ancora correre.

Sono più incerte le posizioni di Domenico Pozzovivo, non confermato dal Team Bahrain e reduce da un terribile incidente avuto ad agosto, e del suo ex compagno di squadra Valerio Agnoli. È a caccia di un contratto anche il veterano austriaco Bernhard Eisel, 38 anni e una Gand WEvelgem in bacheca, così come l’americano Ian Boswell, l’australiano Alex Frame, l’irlandese Conor Dunne, gli olandesi Pieter Weening e Denis Van Winden. Dovrebbe essere vicina alla conclusione invece la ricerca di Enrico Battaglin, avvistato nei giorni scorsi nel ritiro della Bahrain McLaren e dato in procinto di firmare il contratto la squadra diretta da Rod Ellingworth.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!