Mentre le squadre di ciclismo del World Tour stanno riprendendo l’attività con i primi raduni in vista della stagione 2020, ci sono anche molti corridori di cui ancora non si conosce il futuro. Sono ancora una ventina i ciclisti che hanno militato in team World Tour nel 2019 e che non hanno ancora un contratto per continuare l’attività, o almeno non hanno dato conferme ufficiali in tal senso. Il nome più grosso in questa lista è quello di Rohan Dennis, il Campione del Mondo a cronometro, che però in realtà sembra ormai sicuro di correre nel Team Ineos.

Ciclismo, gli ex Bahrain ancora liberi

Dennis fa parte di un gruppo di corridori provenienti dal Team Bahrain Merida che non hanno ancora ufficializzato il proprio futuro. Il campione australiano aveva ottenuto la risoluzione del contratto in settembre dopo la clamorosa uscita di scena al Tour de France, quando si ritirò in aperto contrasto con la sua squadra. Dennis è stato accostato a diverse squadre negli ultimi due mesi, anche se la turbolenta conclusione del rapporto con il Team Bahrain sembra averlo messo un po’ in difficoltà nella ricerca di una nuova squadra.

Il corridore è stato però avvistato negli ultimi giorni in Spagna mentre si allenava con i pantaloncini del Team Ineos. La squadra britannica ha ammesso i contatti con l’iridato a cronometro ma si attende ancora un segno ufficiale che chiuda la vicenda.

La Bahrain Merida non ha rinnovato il contratto a diversi altri corridori. Tra questi anche Domenico Pozzovivo, fermo da agosto per un brutto incidente in allenamento, e ancora senza un contratto per il 2020 così come Andrea Garosio, Valerio Agnoli e il cinese Meiyin Wang.

Da Bakelants a Betancur

Mancano ancora delle conferme ufficiali anche per Enrico Battaglin. Il trentenne veneto ha militato quest’anno nella Katusha senza ottenere grandi risultati, ed è stato accostato alla francese Groupama FDJ per il 2020. Tra gli altri nomi di spicco nella lista dei corridori senza squadra figurano Carlos Betancur e Jan Bakelants. Lo scalatore colombiano non ha mai confermato i risultati che aveva ottenuto nei primissimi anni di carriera e dopo tanti alti e bassi non si hanno notizie sul suo 2020.

Bakelants, già maglia gialla al Tour e vincitore di un Giro dell’Emilia, non è più tornato ad altisismi livelli dopo il brutto incidente capitatogli al Giro di Lombardia di due anni fa e non è stato confermato dalla Sunweb.

Restano in dubbio anche il veterano Bernhard Eisel, quest’anno alla Dimension Data, il ceco Leopold Konig, mai in gara per problemi fisici nel 2019, ed ancora Petr Vakoc, Ian Boswell, Floris de Tier, Louis Vervaeke e Alex Frame. Molto particolare è invece la situazione di Andrey Amador, che certamente non resterà senza squadra ma non sa ancora dove correrà nel 2020. Il corridore del Costa Rica era ancora sotto contratto con la Movistar, ma vuole svincolarsi per andare alla Ineos.

Il suo caso dovrebbe essere risolto dall’Uci, ma nell’attesa Amador non potrà gareggiare.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!