Il ciclomercato sta sciogliendo anche gli ultimi nodi e tra le vicende più intricate lasciante in eredità dalla scorsa stagione agonistica è arrivato finalmente alla soluzione il caso Sam Bennett: il velocista irlandese è riuscito a liberarsi dalla Bora Hansgrohe dopo una lunga contesa. Chiuso da Sagan e Ackermann nelle gerarchie di squadra, Bennett diventerà il nuovo velocista di riferimento della Deceuninck Quickstep. Gli altri colpi finali di questo mercato sono quelli che sta preparando il Team Ineos, pronto a rinforzarsi con altri due arrivi di grande spessore.

Bennett: 'Un sogno diventato realtà'

Il caso Sam Bennett ha tenuto banco per diversi mesi nel mondo del Ciclismo. Il Campione d’Irlanda è stato tra i corridori più vincenti della stagione con ben tredici successi, ma nonostante questo ha faticato a trovare spazio nella sua Bora Hansgrohe. La presenza della stella Peter Sagan e la crescita esponenziale dell’altro velocista Pascal Ackermann, hanno relegato Bennett in fondo alle gerarchie di squadra. Lo sprinter irlandese ha voluto ad ogni costo cambiare formazione, nonostante la Bora vantasse un accordo con lui anche per il 2020.

Dopo un lungo tira e molla la squadra tedesca si è arresa alla volontà del corridore e ha dovuto lasciar partire Bennett. L’irlandese aveva da tempo raggiunto un accordo con la Deceuninck Quickstep ed ha così potuto mettere la firma su un contratto biennale.

"Sono felice di questo accordo. Da bambino avevo un poster della Quickstep in camera mia, quindi è come un sogno che si avvera. Sarà tutt’altro che facile ma non vedo davvero l’ora di incontrare questa squadra e affrontare la sfida” ha raccontato Bennett nelle sue prime dichiarazioni da corridore della Deceuninck Quickstep.

Insieme al velocista irlandese farà lo stesso percorso anche il neozelandese Shane Archbold, da anni al suo fianco come apripista e pronto a seguirlo in questa nuova avventura.

Dennis verso la Ineos

Se i passaggi di Bennett e Archbold alla Deceuninck sono già ufficiali, restano ancora da completare i due colpi che chiuderanno la campagna acquisti del Team Ineos. Pur mancando ancora gli annunci da parte della squadra britannica sono però dati per quasi certi gli arrivi del Campione del Mondo a cronometro Rohan Dennis e di uno dei più forti gregari del gruppo, il costaricano Andrey Amador.

Dennis ha rotto in maniera plateale e clamorosa la sua avventura al Team Bahrain Merida ritirandosi dal Tour de France in aperta polemica con la squadra. Da allora il corridore australiano è riapparso solo ai Mondiali per vincere la prova a cronometro, ma senza pedalare sulla bici Merida della sua squadra bensì su una BMC resa anonima. Dennis e la Bahrain ha sciolto il contratto e il Campione del Mondo è ormai vicino a definire l’accordo con la Ineos. L’australiano si sta allenando in Spagna ed è già stato avvistato con i pantaloncini della sua futura squadra.

Alla Ineos è pronto a sbarcare anche Andrey Amador: il corridore del Costa Rica è uno degli uomini del manager Giuseppe Acquadro, entrato in rotta collisione con la Movistar e da sempre vicino alla squadra britannica dove ha tra gli altri anche Bernal e Kwiatkowski.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!