Una brutta caduta dai risvolti quanto mai curiosi ha messo fuori gioco per qualche mese Niki Terpstra. Il corridore olandese, alla sua seconda stagione nella Total Direct Energie, è finito in terapia intensiva con una commozione cerebrale, uno pneumotorace al polmone e diverse fratture dopo essere finito pesantemente a terra durante un allenamento. Terpstra ha cercato di evitare delle oche che si è improvvisamente trovato in mezzo alla strada ed è caduto finendo contro un masso. Il corridore avrà bisogno di un lungo periodo di riabilitazione prima di tornare a correre e la sua stagione appare così già quasi completamente compromessa.

La moglie Ramona: ‘Non è in pericolo di vita’

Brutta disavventura per Niki Terpstra, uno dei veterano del Ciclismo professionistico, grande specialista delle classiche del nord con le sue vittorie al Giro delle Fiandre e alla Parigi-Roubaix. Nella giornata di ieri il corridore olandese si stava allenando in vista della ripresa dell’attività fissata per il mese di agosto, ma è caduto malamente per evitare delle oche che erano sulla strada. Terpstra è finito fuori dalla carreggiata, picchiando il torace contro un masso, un impatto violento in cui ha riportato dei danni molto seri.

Il corridore della Total Direct Energie è stato trasportato in elicottero ospedale dove gli sono state riscontrate varie fratture alle costole e ad una clavicola, ma anche uno pneumotorace al polmone e una commozione cerebrale.

Terpstra si trova ora nel reparto di terapia intensiva dove dovrà rimanere per qualche giorno. “Non è in pericolo di vita, ma avrà bisogno di tempo per riprendersi”, ha scritto la moglie Ramona sui social network.

Ciclismo, circa tre mesi di inattività per Terpstra

La squadra ha poi dato altre informazioni sull’incidente e le condizioni fisiche dello sfortunato campione olandese.

Il medico della squadra, il dottor Hubert Long, ha confermato i danni riportati nella caduta: “E’ ancora in terapia intensiva ma potrà tornare a casa tra due o tre giorni. Per questo tipo di trauma il periodo di indisponibilità è di circa 10-12 settimane” ha aggiunto il dottor Long.

Il programma stagionale di Niki Terpstra era incentrato sul Tour de France e soprattutto sulle classiche del pavè riprogrammate per il mese di ottobre, obiettivi che ora con questo grave infortunio appaiono compromessi.

Il corridore olandese potrebbe riuscire a tornare in bicicletta poco prima delle classiche, senza però avere il tempo per recuperare una condizione atletica ottimale.

Terpstra ha già vinto sia il Giro delle Fiandre, nel 2018, che la Parigi Roubaix, nel 2014, quando militava nella Quickstep. Dalla scorsa stagione è passato alla Total Direct Energie come uno dei colpi di maggior spessore del ciclo mercato, ma complici diversi infortuni non è riuscito a ripetere quegli exploit. Al Giro delle Fiandre dello scorso anno è stato costretto al ritiro per una caduta che lo ha lasciato fuori anche dalla Roubaix, e al Tour de France si è ritirato per una frattura alla scapola.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!