Brividi forti nel finale della corsa slovena Gp Kranj, una delle prime ad essere disputate alla ripresa della stagione del ciclismo dopo la lunga pausa imposta dall’emergenza sanitaria. L’arrivo si è rivelato particolarmente pericoloso a causa di uno spartitraffico da affrontare all’ultima curva, ormai a poche decine di metri dal traguardo. Il gruppo c’è arrivato già in piena volata e molti corridori sono finiti a terra ad alta velocità. Chi era nelle prime posizioni è uscito indenne dall’incidente e così il giovane olandese Olav Kooij, sprinter di grande talento del vivaio Jumbo Visma, si è imposto facilmente su Filippo Fortin.

Gp Kranj, un percorso azzardato nel finale

Il Gp Kranj è una piccola corsa slovena, tradizionalmente favorevole ai velocisti, di categoria 1.2 e quindi aperta sia a squadre professionistiche che non fanno parte del World Tour che a formazioni under 23.

Quest’anno il Gp Kranj ha occupato una posizione in calendario che ne ha accresciuto l’interesse internazionale, essendo una delle prime gare a disputarsi dopo la sospensione per l’emergenza sanitaria. La corsa è volata via ad oltre 45 di media nel circuito attorno a Kranj, portando verso la prevista volata di gruppo. Il finale però si è rivelato particolarmente pericoloso, con una curva e uno spartitraffico a poche decine di metri dall’arrivo, una scelta azzardata dell’organizzazione che ha innescato una brutta caduta.

La volata vera e propria infatti non è stata sul brevissimo rettilineo finale, troppo corto per consentire sorpassi, ma per arrivare all’imbocco della curva, dove il gruppo è giunto lanciatissimo. I primi corridori sono riusciti a superare senza problemi la curva e lo spartitraffico, ma subito dietro si è verificata una caduta che ha coinvolto molti ciclisti.

Davanti l’olandese Olav Kooij è volato via verso il successo: il talento della formazione vivaio della Jumbo Visma ha preso la curva davanti a tutti e nel rettilineo finale ha concluso senza problemi davanti all’esperto Filippo Fortin e a Pawel Franczak.

Kooij: ‘Molta fiducia per le prossime gare’

Per Olav Kooij questa del Gp Kranj è già la terza vittoria stagionale, nonostante il lungo stop alle gare.

Il 18enne olandese, in forze alla squadra continental della Jumbo Visma, il vivaio del team di Roglic e Dumoulin, si era già segnalato con due successi nelle poche corse disputate prima dell’interruzione di marzo ed ha ripreso confermando le sensazioni di un talento davvero interessante. “Abbiamo messo davanti il nostro treno negli ultimi dieci chilometri, i ragazzi hanno fatto un lavoro perfetto. Mick Van Dijke mi ha portato fino agli ultimi 200 metri, dopo di che sono riuscito a sprintare per il successo. Questa vittoria mi dà molta fiducia per le prossime corse”, ha dichiarato Olav Kooij.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!