I Western & Southern Open di Cincinnati (che si disputano a New York, ndr) lasciano un altro italiano per strada dopo Salvatore Caruso che, reduce dalle qualificazioni, si era arreso a Filip Krajinovic. Esce di scena al primo turno anche Lorenzo Sonego, battuto in due set da Tennys Sandgren che mostra un 'motore con più giri' rispetto al 25enne torinese. Nel main draw maschile, pertanto, resta soltanto Matteo Berrettini che affronterà Emil Ruusuvuori al secondo turno. Tutto questo mentre Stefanos Tsitsipas conquista il terzo turno battendo Kevin Anderson.

Sonego, rimpianto tie-break

Primo set da dimenticare, secondo da non ricordare per qualche rimpianto di troppo. Si può assumere brevemente in tal modo il match di Sonego che lascia troppo campo al suo avversario nel primo parziale. Sandgren è solido al servizio e non soffre nemmeno più di tanto quando in battuta va Lorenzo: il 6-3 in favore dello statunitense è la logica conseguenza. Nel secondo set Sonego è un altro tennista, il match diventa equilibratissimo e il tie-break è la naturale prosecuzione del gioco che sembra inizialmente sorridere all'italiano: Sandgren commette un doppio fallo che sembra dargli via libera, Sonego va avanti 6-3 e vede il filo di lana, salvo restituire il favore all'avversario commettendo a sua volta un doppio fallo.

Tennys Sandgren prende coraggio e, soprattutto, va a guadagnarsi il match point: Sonego salva la prima palla della partita, ma non può far nulla nello scambio successivo sul dritto pesante dell'americano che, pertanto, si aggiudica l'intera posta.

Tsitispas va avanti, Rublev esce di scena

Il match-clou della giornata era quello tra Tsitsipas e Anderson valido per il secondo turno, il sudafricano si era guadagnato la qualificazione dopo una maratona di quasi tre ore contro Kyle Edmunds, senza dimenticare che era stato ammesso in tabellone con un ranking protetto (n.

123) in quanto reduce da un lungo periodo di fermo dopo l'infortunio al gomito. Da febbraio dello scorso anno, infatti, Anderson ha giocato solo tre partite comprese le due di Cincinnati. La seconda sul cemento americano, come da pronostico, gli è stata fatale ma aveva comunque poche chances contro Tsitsipas che rientra nel ristretto lotto dei favoriti alla vittoria finale.

Per il trionfatore delle Finals 2019 un match chiuso in due set, più o meno comodamente, con lo score di 6-1 6-3. Tra i risultati a sorpresa, invece, l'eliminazione di Andrey Rublev: il 'bombardiere russo' ha ceduto in tre set a Daniel Evans.

Passano il turno anche Marcos Giron che batte Mackenzie McDonald, Alijaz Bedene che s'impone su Cristian Garin, Karen Khachanov che supera Alexander Bublik, Richard Gasquet che riesce ad avere la meglio su JJ Wolf, Diego Schwartzman che elimina Casper Ruud, John Isner su Hubert Hurkacz, Grigor Dimitrov che batte Ugo Humbert, Marton Fucsovics su Norbert Gombos, John Millman ed Emil Ruusuvuori che vincono, rispettivamente, contro Adrian Mannarino e Sebastian Korda.

Novità video - Cincinnati: fuori Sonego, esordio per Berrettini
Clicca per vedere

Il programma del 24 agosto

Per quanto riguarda il programma di oggi, 24 agosto, match validi per il secondo turno del tabellone di singolare maschile, il clou è la sfida tra Alexander Zverev e Andy Murray. In programma l'esordio di Novak Djokovic contro Ricardas Berakis mentre Daniil Medvedev giocherà contro Marcos Giron. Debutto anche per Dominic Thiem contro Filip Kraijnovic e per il nostro Matteo Berrettini opposto a Emil Ruusuvuori.

Tra gli altri match in programma, quelli tra Diego Schartzman vs Reilly Opelka, Felix Auger-Aliassime vs Tennys Sandgren, Denis Shapovalov vs Jann-Lennard Struff, Grigor Dimitrov vs Marton Fucsovics, Taylor Friz vs Aijaz Bedene, John Isner vs John Millman, Roberto Bautista Agut vs Richard Gasquet, Milos Raonic vs Daniel Evans e Karen Khachanov vs Pablo Carreno Busta.