Chiuso l'organico in vista della ripresa dell'attività fissata per fine gennaio, la Bora Hansgrohe ha già svelato anche la nuova maglia per il 2021. La squadra tedesca capitanata da Peter Sagan ha utilizzato due diverse divise nella scorsa stagione, una molto scura che abbiamo visto tra l'altro al Giro d'Italia, ed una con la predominanza di un grigio molto chiaro che è stata indossata al Tour de France. La scelta per il 2021 è ricaduta su un disegno simile a quest'ultimo. La maglia è stata presentata con un divertente video pubblicato sugli spazi social del team, con il solito Sagan nelle vesti di simpatico mattatore.

Denk: 'Vogliamo dei design sorprendenti'

La Bora Hansgrohe ha dato una decisa schiarita alle sue maglie in vista della stagione 2021. Sportful, partner tecnico del team tedesco, ha disegnato la nuova divisa che Sagan e compagni porteranno dal prossimo mese di gennaio, riprendendo il modello speciale presentato all'ultimo Tour de France. In occasione della Grande Boucle la Bora aveva corso con una maglia diversa rispetto a quella indossata in gran parte delle altre corse, e quel disegno sembra aver riscosso un grande successo, tanto da essere riproposto con poche modifiche come divisa ufficiale per il 2021.

Il grigio chiaro è il colore dominante, con le strisce verdi nella parte bassa della maglia che sfumano via via nel nero dei pantaloncini. "Vogliamo sempre presentare ai nostri sostenitori dei design sorprendenti", ha dichiarato il team manager della Bora Hansgrohe Ralph Denk. "Ecco perché abbiamo scelto il grigio chiaro come colore principale. Sportful è convinta che i toni di grigio tenui stiano diventando sempre più una tendenza, quindi siamo felici di assecondarli", ha aggiunto Denk svelando la nuova maglia.

Ciclismo, Buchmann al Giro da leader?

Ad accendere l'interesse del mondo del ciclismo sulla Bora Hansgrohe non è solo la presentazione dei nuovi colori per il 2021, ma anche la prima bozza di programmazione in vista della stagione agonistica. La stampa tedesca ha anticipato quelle che dovrebbero essere le scelte dei big della squadra, soprattutto in merito alla leadership nei grandi giri a tappe.

Il progetto della Bora prevede la presenza al Giro d'Italia con una squadra molto orientata alla classifica generale, mentre al Tour de France sarebbe portato uno schieramento interamente concentrato sulle vittorie di tappa.

Per il Giro si punterebbe su Emanuel Buchmann, quarto al Tour de France 2019 e reduce da una stagione opaca. Il corridore tedesco sarebbe affiancato da un vero squadrone che conterebbe anche su un numero due come Wilco Kelderman e su gregari di qualità come Felix Grosschartner e Patrick Konrad. Anche Maximilian Schachmann dovrebbe far parte della spedizione per la corsa rosa.

Al Tour invece la Bora sta pensando di puntare esclusivamente sui successi di tappa schierando il suo leader storico Peter Sagan insieme ad un velocista puro come Pascal Ackermann.

La presenza del tedesco al Tour è la vera novità di questa prima bozza di programma: per lui sarebbe il debutto assoluto nella corsa francese. Il resto della formazione da schierare in Francia sarebbe composto dai gregari di Sagan e Ackermann, tra i quali anche il trentino Daniel Oss.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!