Mentre il Ciclismo professionistico sta appena scoprendo le doti fenomenali di Remco Evenepoel, già si parla di un nuovo talento che promette di ripercorrerne le gesta. Il suo nome tutt’altro che semplice, Cian Uijtdebroeks, sarà probabilmente uno di quelli che segneranno maggiormente il mondo del grande ciclismo. Il 17enne belga ha debuttato quest’anno tra gli juniores e sono bastate una manciata di corse per attirare l’attenzione di tutti i più grandi team del World Tour, che si sono contesi questo ragazzo che promette di diventare una stella. A spuntarla è stata la Bora hansgrohe, che farà passare Uijtdebroeks tra i professionisti nel 2022 saltando completamente la categoria under 23 proprio come ha fatto a suo tempo Remco Evenepoel.

Uijtdebroeks: ‘Ho avuto contatti con tutte le squadre World Tour’

Il mondo del ciclismo sta vivendo un momento di grande rinnovamento, con un’ondata di talenti dalle prestazioni straordinarie e dall’età sempre più giovane che stanno velocemente facendo fuori i campioni delle generazioni precedenti. Il simbolo di questo cambiamento, che vede arrivare i nuovi corridori al vertice sempre più precocemente, è Remco Evenepoel, il ventenne belga che dopo aver saltato la categoria under 23 si è subito imposto con numeri eccezionali anche nel ciclismo dei grandi.

La ricerca di nuovi e giovani potenziali fuoriclasse da parte delle squadre World Tour è sempre più intensa. L’ultimo nome ad essersi imposto nelle categorie giovanili con una forza paragonabile a quella di Evenepoel è un diciassettenne belga dal nome molto complicato, Cian Uijtdebroeks, ma dalle prestazioni sbalorditive. Quest’anno, al debutto tra gli juniores, si è subito imposto con una lunga fuga solitaria alla Kuurne Bruxelles Kuurne, e da quel momento il suo nome è rimbalzato all’attenzione di tutto il mondo del ciclismo.

“Dopo quella vittoria ho avuto contatti con praticamente tutti i team del World Tour” ha raccontato il ragazzo belga a Het Nieuwsblad.

Denk: ‘Gli daremo il tempo di crescere’

Uijtdebroeks sembrava molto vicino a seguire lo stesso percorso di Evenepoel. Nei mesi scorsi aveva partecipato ad un ritiro della Deceuninck Quickstep, il team in cui milita Remco, e a cui pareva destinato anche lui.

“A luglio ho fatto uno stage con la Deceuninck Quickstep, ho parlato con Remco dei miei progetti, ma non ho chiesto necessariamente dei consigli. Preferisco seguire la mia strada” ha dichiarato il 17enne belga, che ha invece accettato la proposta arrivata dalla Bora hansgrohe.

Uijtdebroeks correrà il suo secondo anno nella categoria juniores nel 2021 con il Team Auto Eder, formazione collegata alla Bora, per poi passare professionista nel 2022. “È stata una decisione molto difficile, avevo un ottimo feeling anche con altre squadre. Erano tutte squadre di prim’ordine, ma con la Bora sono rimasto convinto fin dal primo incontro” ha dichiarato il giovane belga.

Ralph Denk, Team manager della Bora hansgrohe, ha accolto con soddisfazione l’arrivo di Uijtdebroeks, prospettandogli un progetto a lungo termine.

“Non è un segreto che tutti fossero interessati a Cian, i suoi risultati sono molto buoni e i dati delle sue prestazioni particolarmente convincenti. Non inseguiremo nessun particolare obiettivo con Cian nel breve termine, avrà il tempo di crescere in un ambiente con poca pressione” ha dichiarato il manager tedesco.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!