Dopo un lungo silenzio e tante incertezze, arrivano finalmente delle prime notizie confortanti sul futuro di Egan Bernal. Lo scalatore colombiano si era ritirato dal Tour de France a causa di un infortunio alla schiena, senza più prendere parte a nessuna corsa nel resto della stagione. In questi mesi Bernal ha cercato di recuperare da quel problema, una scoliosi originata dal fatto di avere una gamba più lunga dell’altra. Il campione della Ineos ha lavorato ad un intenso programma di riabilitazione e di rafforzamento muscolare alla schiena che ha dato i primi frutti, anche se il rientro alle corse appare ancora tutto da decifrare.

Egan Bernal: ‘Un anno difficile per me’

Le ultime immagini di Egan Bernal in questa complicata stagione 2020 sono quelle di un corridore alla deriva, sprofondato nel gruppo dei velocisti in una tappa collinare del Tour de France. Partito nel ruolo di campione in carica, alla guida della squadra dominatrice dell’ultimo decennio di Tour, lo scalatore colombiano era apparso non molto brillante già nella prima parte della corsa, per poi crollare nella tappa del Grand Colombier. Dopo un altro giorno di sofferenza nelle retrovie del gruppo, Bernal decise di ritirarsi non presentandosi al via della frazione numero 17 con l’arrivo sul col de la Loze.

Da allora Bernal si è sottoposto ad una serie di esami che hanno evidenziato una scoliosi provocata dalla diversa lunghezza delle gambe.

Il vincitore del Tour 2019 ha passato questi ultimi tre mesi lavorando intensamente nel suo percorso di recupero e sta finalmente vedendo i primi segnali incoraggianti, come ha raccontato lo stesso corridore al giornale colombiano El Primer Tiempo. “Il 2020 è stato un anno difficile per me. Attendo con ansia la nuova stagione. Mi sto preparando, ma devo continuare a pensare passo dopo passo” ha dichiarato Bernal.

‘Non dobbiamo essere affrettati’

Egan Bernal ha raccontato che la riabilitazione sta procedendo bene, ma che il percorso da compiere per recuperare completamente è ancora lungo e che non ci sono date prefissate per il rientro alle corse. Il calendario 2021 del campione colombiano è ancora tutto da decifrare e sarà deciso quando le sue condizioni saranno ulteriormente migliorate.

“Non ho un programma di gare, tutto dipende da come procede la ripresa” ha dichiarato Bernal, che ha ripreso ad allenarsi ma deve mantenere un atteggiamento molto prudente. “L’infiammazione sta diminuendo e posso pedalare di nuovo senza dolore, ma non dobbiamo essere affrettati. Dobbiamo tenere conto anche che gli sforzi fatti durante le gare sono diversi da quelli in allenamento” ha concluso Bernal.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!