Il #Canone Rai deve essere pagato entro il 31 gennaio 2014. Qualunque persona abbia all'interno della propria abitazione uno strumento utilizzabile per ricevere i canali radiotelevisivi della televisione pubblica deve versare e pagare il canone Rai, suddividendo la spesa, qualora volesse in due oppure quattro rateizzazioni. Ma come fare?

Chi ha optato per la rateizzazione in due soluzioni, dovrà pagare entro il 31 gennaio ed entro il 31 luglio 2014 mentre, nel caso di rateizzazione in quattro comode rate, alle scadenze di prima deve aggiungere anche il 30 aprile 2014 e il 31 ottobre 2014. Le sanzioni saranno previste qualora l'importo di euro 113,50 non venisse pagato nei tempi stabiliti ma, nel caso in cui il giorno di scadenza cadesse di sabato o fosse considerato un giorno festivo, sarà valido il primo giorno lavorativo successivo dalla data di scadenza.

Chi deve pagare il canone Rai? In base al Regio Decreto Legge del 21/02/1938 n. 246, tutte le persone che abbiano in casa uno o più apparecchi atti alla ricezione delle radiofrequenze e radioriceventi devono pagare il canone Rai, di contro, se si utilizzano personal computer per guardare la televisione ma senza sintonizzatore TV in quel caso il canone Rai potrà non essere pagato.

Chi ha compiuto i 75 anni di età è inoltre esente dal pagamento del canone Rai 2014. Esenti dal pagamento del canone Rai 2014 anche chi percepisce un reddito annuo pari a 6.713,98 euro. Ma cosa accade se non si paga il canone Rai? In sintesi, le autorità di controllo possono verbalizzare una sanzione ammontante ad un massino di 619 euro per ogni anno di evasione.

Se non si posseggono apparecchi televisivi in casa, non si può sospendere il servizio solo temporaneamente, ma occorre fare disdetta spedendo una lettera raccomandata presso l'Agenzia delle Entrate: Direzione Provinciale I di Torino, Ufficio territoriale di Torino 1, Sportello S.A.T.

I migliori video del giorno

Casella postale 22 – 10121 Torino (To).