Una delle tasse più odiate ed allo stesso tempo evase nel nostro Paese, è il #Canone Rai. Ogni anno, sono infatti milioni gli italiani che non si presentano al pagamento del noto contributo televisivo e, con l'inizio del 2014, in tanti avevano esultato alla notizia dell'abolizione del Canone, che aveva fatto il giro del web, rivelandosi poi una delle più grandi bufale del nuovo anno.

Mancano ormai pochi giorni alla data di scadenza del Canone Rai, fissata al prossimo 31 gennaio 2014, ed all'interno di questo articolo cercheremo di fare un può di chiarezza sui punti cardine relativi a questa tassa televisiva: a quanto ammonta il costo del Canone? Chi è chiamato a pagarlo e come?

Canone Rai 2014: quanto costa

Il costo del Canone Rai 2014, ammonta a 113,50 euro, da pagare entro il 31 gennaio 2014.

Per coloro che incontrassero dei problemi nel pagamento del Canone in un'unica soluzione, sarà possibile scomporlo in due o quattro rate, la prima delle quali dovrà comunque essere pagata entro il 31 gennaio.

Eventualmente, sarà quindi possibile dilazionare il pagamento del canone televisivo in due rate semestrali ed in questo caso la scadenza della seconda rata è fissata al 31 luglio 2014, oppure in quattro rate trimestrali, con scadenza il 30 aprile (seconda rata), 31 luglio (terza rata) e 31 ottobre (quarta rata).

Canone Rai 2014: come effettuare il pagamento

Relativamente al pagamento da effettuare, una volta decisa la modalità, sarà possibile farlo tramite consueto bollettino postale, recandosi oltre ai classici sportelli postali, anche presso gli sportelli bancari (in alcuni casi anche virtuali) oppure presso le ricevitorie Sisal o le tabaccherie che presentano attivo il servizio Lottomatica.

I migliori video del giorno

Per il pagamento del canone sarà possibile in alternativa telefonare al numero verde 800.191.191 e decidere così di pagare tramite accredito sulla propria carta di credito.

Canone Rai 2014: chi è chiamato a pagarlo e gli esenti

Tutti i possessori di uno o più apparecchi televisivi sono chiamati al versamento della somma prevista per il Canone Rai 2014. Lo scarso segnale di ricezione delle trasmissioni tv non rappresenta una scusante o una giustificazione per sottrarsi al pagamento del canone televisivo.

Non tutti gli italiani, tuttavia, saranno chiamati a pagare il Canone. Coloro che hanno compiuto i 75 anni di età prima della scadenza e coloro che posseggono un reddito che, unitamente a quello del coniuge col quale vivono non superi i 6.713,98 euro all'anno non sono invece chiamati ad effettuare il pagamento del Canone 2014.