Il 2014 è l'anno della riforma della tassazione sulla casa. a comparire sono delle nuove sigle, abbiamo la IUC che contiene in sé la TASI e la TARI. La TASI, come abbiamo già avuto modo di spiegare, è una tassa sui servizi indivisibili comunali ed è l'ultima incarnazione del fu ICI, e della fu IMU per la prima casa. C'è grande disordine e, nonostante la data del 16 gennaio sia rimasta, sono molte le polemiche interne al #Governo Letta e c'è addirittura chi ne chiede l'abolizione minacciando l'uscita dalla coalizione. In questo articolo discuteremo anche della relazione tra la TASI 2014 e l'IMU 2013.

IUC, TASI 2014 su prima casa e seconda casa: i problemi nel governo Letta

Prima di passare a discutere delle tabelle e del calcolo per quanto riguarda la TASI 2014 su prima casa e seconda casa, vogliamo parlare delle polemiche interne al governo Letta.

La questione è formale ma non solo: se la TASI 2014 è la tassa per i servizi indivisibili (questo significa l'acrostico TASI) allora non può essere utilizzata per il bilancio comunale e per le detrazioni fiscali nei confronti delle classi più disagiate. Quella che sembra una questione di nominalismo sta diventando sempre più centrale all'interno del dibattito del governo Letta, fino al punto che l'ala montiana minaccia l'uscita dal governo e minaccia soprattutto di aprire una crisi. A pochi giorni dalla data di scadenza sembra essere ancora tutto in bilico.

IUC, TASI 2014 su prima casa e seconda casa: il confronto con l'IMU 2013

Secondo alcuni calcoli, per quanto riguarda la TASI 2014, ecco quali sono le categorie che rischiano di pagare di più rispetto all'IMU 2013. Si tratta ovviamente di calcoli di massima, in quanto molto dipenderà dalle aliquote che i singoli Comuni decideranno di applicare.

I migliori video del giorno

Prendiamo due categorie: 1) case che per il fisco valgono fino a 70,000 euro (monolocali e bilocali), la TASI 2014 sarà superiore all'IMU 2013, soprattutto se le famiglie non rientreranno nelle detrazioni fiscali; 2) appartamenti grandi (categoria catastale A/7), la TASI 2014 sarà inferiore all'IMU 2013, in quanto la TASI non potrà comunque superare il 3,5 per mille mentre l'IMU si attestava al 6 per mille.

IUC, TASI 2014 su prima casa e seconda casa: calcoli, esempi e tabelle

Facciamo allora un esempio per comprendere quali potrebbero essere le differenza tra la TASI 2014 e l'IMU 2013, i dati, i calcoli de le tabelle sono del Sole 24 ore. Prendiamo come esempio due categorie di case, un bilocale economico (A/3 sui 50-60 metri quadri circa) e un trilocale (A/3 sui 100-110 metri quadri) collocati entrambi in zona semicentrale; e poi ammettiamo che la detrazione sia di 100 euro, cifra assolutamente forfettaria in quanto saranno i sindaci a decidere. Ecco l'esempio di Milano: per il bilocale con la TASI 2014 al 3,3 per mille e mettiamo senza detrazione si pagheranno 355 euro, con la detrazione invece 255 euro (IMU 2013: 446 euro); per il trilocale, la TASI 2014 sarà di circa 744 euro senza detrazione e 644 con la detrazione (IMU 2013: 1.154 euro). La tendenza risulta questa, secondo lo studio del Sole 24 ore, i grandi centri e le case più grandi e di valore risparmieranno con la TASI 2014 rispetto all'IMU 2013, i centri piccoli e le case di meno valore andranno incontro a forti aumenti.