Mini imu 2013-2014, aliquote per comune e calcolo saldo prima casa: si avvicina il termine per il pagamento della mini Imu, con scadenza fissata al 24 gennaio dopo l'ultima proroga. Su cosa si basa il calcolo del saldo e dove trovare le aliquote del proprio comune di residenza?

Le aliquote della mini IMU 2013-2014 sono ormai note da tempo. Sono poco meno di 2500 i comuni in cui andrà pagata, ovvero ovunque l'aliquota 2013 sia più alta del 4 per mille (ci riferiamo all'aliquota sulla prima casa). I proprietari di una prima casa di un comune con aliquota superiore a tale soglia dovranno pagare l'IMU. e quindi dovranno affrontare un calcolo del saldo IMU in relazione all'eccedenza rispetto al 4 per mille: a Milano, per fare un esempio, i cittadini dovranno pagare il 40% dell'extragettito derivante dalla percentuale di aliquota superiore allo 0,4% (il massimo è dello 0,6%).

Ma dove trovare le aliquote del proprio comune per la mini IMU sulla prima casa? I punti di riferimento sono due: il sito del ministero delle finanze e quello del comune di residenza, ricordando tuttavia che sono presenti in rete svariate liste consultabili liberamente. Riportiamo comunque alcune aliquote IMU per i comuni di maggiori dimensioni della penisola.

L'aliquota IMU nel comune di Milano è al 6 per mille, a Genova al 5,8, a Palermo al 4,8, ad Ancona al 6, così come a Caserta, Brescia, Potenza, Piacenza, Parma. L'aliquota IMU 2013 nel comune di Roma è al 5 per mille, a Napoli al 6, a Verona al 5, a Siena al 6, a Catania, Catanzaro, Caltanissetta e Crotone al 6. L'aliquota IMU nel comune di Torino sulla prima casa è invece al 5,75 per mille, mentre a Foggia è al 5,5, così come a Forlì.

I migliori video del giorno

Resta invece ferma al 4 a Firenze, Venezia, Udine, Trani, trento, Trapani, Taranto, Lecce, Imperia, La Spezia, Cagliari e Como.