Il pagamento in ritardo del Canone Rai 2014 è possibile con sanzioni e more che crescono col passare del tempo: più si aspetta e più la mora aumenta. Vediamo allora cosa è previsto per il canone pagato in ritardo e come mettersi in regola, secondo le indicazioni stesse della tv di Stato.

Chi vuole rinnovare il canone Rai dopo il 31 gennaio, termine ultimo per il pagamento nei termini previsti e senza sanzioni, deve utilizzare un bollettino di c/c 1107 che va intestato all'Agenzia delle Entrate, Dp I Ufficio Territoriale di Torino 1 SAT, recupero canoni abbonamento tv.

Le sanzioni e le more per il pagamento in ritardo del canone Rai 2014 sono le seguenti:

  • se si paga il canone tv in ritardo di meno di 30 giorni, si paga una sanzione di 4,47 euro
  • se si paga il canone tv con un ritardo di oltre 30 giorni, la sanzione sale a 8,94 euro
  • qualora il pagamento in ritardo del canone Rai sia oltre i sei mesi, ci sono da pagare gli interessi di mora, che per il 2014 sono pari all'1% dell'importo del canone per ogni semestre compiuto

Da notare che che sanzioni e interessi di mora sono da pagare a parte con un altro bollettino di c/c postale n 104109 da intestare all'Agenzia delle Entrate, Dp I Ufficio Territoriale di Torino 1 SAT, sanzioni amministratve interessi e spese.

Pagando invece con carta di credito via telefono e al bancomat, si può fare tutto con un solo pagamento.

In caso non si paghi il canone nei termini stabiliti ci sarà prima il recupero bonario, che se non andato a buon fire porterà al recupero coattivo tramite cartella esattoriale, con sanzioni fin'anche 620 euro.