La maggior parte degli italiani presenta il modello 730 per la dichiarazione dei redditi. Diverse le novità introdotte quest'anno. Anche quest'anno sarà possibile sottrarre le detrazioni spese dal calcolo totale dell'Irpef dovuta all'Erario.

Le scadenze del modello 730 2014 sono:

- 30 aprile 2014: scadenza 730/2014 consegnato al sostituto d'imposta

- 31 maggio 2014: scadenza 730 consegnato al CAF

- 30 giugno 2014: trasmissione del 730/2014 da parte del sostituto d'imposta o del CAF

Dichiarazione dei redditi, 730: le detrazioni spese

Spese Mediche: la detrazione spettante è del 19% e viene calcolata sulle spese mediche e farmaceutiche documentate.

La detrazione si applica aggli importi superiori a 129,11 euro.

Spese per piscine o palestre: la detrazione spettante è del 19% e viene calcolata sulle spese sostenute per i ragazzi dai 5 ai 18 anni per l'iscrizione annuale a palestre, piscine e impianti sportivi, con un tetto massimo di 210,00 euro.

Contributi per badanti e colf: i contributi previdenziali e assistenziali che sono stati versati tutti gli addetti ai servizi domestici o familiari, possono essere dedotti nel limite massimo di 1.549,37 euro.

Spese per mobili ed elettrodomestici: possono essere detratte nella misura del 50% su un massimo di 10.000 euro le spese per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, destinati all'arredamento di una casa ristrutturata.

Spese per lavori di ristrutturazione: la detrazione spettante è del 36% (maggiorata al 50% per il periodo che va dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014) sulle spese di recupero edilizio o ristrutturazione, per un importo massimo di 48.000 euro (96.000 per la versione maggiorata).

I migliori video del giorno

Spese per risparmio energetico: la detrazione spettante è del 55% (maggiorata al 65% per il periodo che vadal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014) sulle spese di riqualificazione energetica degli edifici. L'importo massimo varia in base al tipo di lavoro.

Spese funebri: la detrazione spettante è del 19% per le spese funebri a favore di familiari stretti sostenute dal contribuente. L'importo massimo è di 1.549,37 euro per ciascun decesso.

Spese per studenti: le detrazioni spettano agli inquilini con un reddito non superiore a 30.987,41 euro, e sono maggiorate per quelli sotto i 15.493,71 euro. Sono previste detrazioni anche per i giovani dai 20 ai 30 anni a reddito basso e per i lavoratori fuori sede.

Spese per affitto studenti: la detrazione spettante è del 19% sul canone d'affitto versato da studenti fuori sede, che sono iscritti a università distante almeno 100 km da casa e fuori provincia, per una somma massima di 2.633 euro.

Spese per agenti immobiliari: la detrazione spettante è del 19% sulle spese pagate all'agente immobiliare in caso di acquisto di prima casa, per un importo massimo di 1.000 euro.