E' stata stabilita nel 30 aprile la prima scadenza del modello 730 2014, ovvero quella che riguarda la presentazione del modello al proprio datore di lavoro o all'ente pensionistico.

Un mese in più per la presentazione successiva, il 31 maggio, ovvero quella ad un Caf o altro professionista abilitato.

Quest'anno possono scegliere di presentare il modello 730 anche coloro che hanno perso il lavoro e non hanno un sostituto d'imposta. Si tratta di contribuenti titolari di redditi assimilati, come ad esempio i soci delle cooperative o chi riceve compensi compensi per collaborazioni con giornali e riviste.

Modello 730 2014: formato editabile

Per chi è esperto con Internet, esiste anche il formato editabile del modello 730, disponibile online.

Questo modello può essere compilato direttamente dal contribuente. L'importante è avere a portata di mano il CUD 2014 e tutte le certificazioni delle spese sostenute nel 2013 e detraibili dalla dichiarazione fiscale.

Sarà necessario scaricarlo attraverso il sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate. Dopo aver seguito le istruzione e aver inserito tutti i dati richiesti, si potrà procedere alla verifica e alla stampa del modello.

Come fare se si incontrano difficoltà nella compilazione? A chi ci si può rivolgere?

 Modello 730 2014: dove trovare aiuto

E' disponibile una guida online, che potete trovare nella seguente pagina web:

  • http://assocaaf.it/index.php/notizie/42-e-online-la-guida-730-2014;

In alternativa potete anche chiedere aiuto in un forum di assistenza fiscale, come uno dei seguenti:

  • http://www.fiscoetasse.com/forum/;
  • http://www.cafcisl.it/espertoonline_archivio.cfm;
  • https://www.mycaf.it/it/centro-di-assistenza-fiscale/.