Calcolo #Tasi 2014: sempre più persone sono alle prese con la ricerca di informazioni per comprendere come compilare correttamente il bollettino per il pagamento. È stato infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il modello di bollettino postale necessario per effettuare il pagamento della Tasi 2014, ma non è detto che il modulo giunga precompilato. Sarà infatti libera facoltà dei Comuni (decreto del Mef del 23 maggio) decidere se inviare ai proprietari di case il modulo precompilato attestante la cifra da pagare.

I calcoli Tasi 2014 dovranno quindi essere necessariamente eseguiti dai proprietari che, da soli o con il supporto di Caf ed enti specializzati, dovranno entro il 16 giugno adempiere al pagamento della tassa.

Molti i proprietari di casa che entro metà giugno dovranno pagare il primo acconto, sono infatti già 2000 i comuni che hanno deliberato l'aliquota entro il 23 maggio.

Per chi deciderà di pagare con il bollettino, l'altra opzione è quella di compilare il modello F24, potrà pagare all'ufficio postale o usando il servizio online di Poste Italiane. All'interno del bollettino è contenuto il numero di conto corrente 1017381649, intestato a Pagamento Tasi che risulta il medesimo per tutti i Comuni

Calcolo Tasi 2014: come si compila il bollettino postale per effettuare il pagamento?

  • Nella sezione codice catastale: si deve inserire il codice del proprio Comune, ossia del Comune in cui è locato l'immobile. È sufficiente un solo bollettino anche se si è proprietari di più immobili purché essi siano locati tutti nello stesso Comune, in caso di abitazioni ubicate in comuni differenti serviranno più bollettini.

  • Bisognerà barrare le caselle di acconto (giugno o ottobre) oppure saldo (dicembre). Se il proprietario decidesse di saldare subito la Tasi 2014 dovrà necessariamente barrare nel bollettino sia acconto quanto saldo.

  • Nella casella "immobili variati" andrà tracciato un segno solo nel caso in cui siano state fatte variazioni che necessitano di dichiarazione.

  • Nello spazio "numero di immobili" si segnala quello per cui si paga.

  • Bisogna poi indicare nel rispettivo rigo l'importo da versare, che deve essere al netto delle detrazioni, che sono differenti da comune a comune.

Per cercare di comprendere quanto bisognerà pagare di tasi 2014 si può effettuare un conteggio online sul sito amministrazionicomunali.it oppure provare a calcolarla da soli.

I migliori video del giorno

Come? per chi volesse provare a cimentarsi dovrà partire dalla rendita catastale dell'immobile, rivalutarla del 5%, poi moltiplicare il valore ottenuto per 160 (coefficiente fisso per gli immobili). Poi si applica l'aliquota del proprio comune e si scomputano le detrazioni.

In caso di dubbi rivolgetevi al vostro commercialista, sono previste stangate per chi sbaglia i calcoli Tasi 2014.