Confusione e difficoltà per il pagamento dell'imu e della Tasi, la nuove tassa sulla casa, anche per il 2014. Vediamo come e quando si paga e quali sono le possibili date di proroga della scadenza:

Proroga Tasi 2014

Per il pagamento del primo acconto sulla Tasi, dovuto sulle seconde abitazioni e gli altri fabbricati, nei giorni scorsi era stata annunciata una proroga del pagamento a settembre per tutti quei comuni che non avessero approvato le loro delibere entro il termine del 23 maggio.

Si è quindi assistito in questi ultimi giorni ad una vera e propria corsa all'approvazione delle delibere da parte di molti comuni che temevano di non poter incassare nei termini previsti il gettito della Tasi. In pochi giorni si è, infatti, più che raddoppiato il numero dei comuni che hanno stabilito le aliquote e le detrazioni relative alla Tasi per il 2014, al momento sono circa 2200 ma per stabilire con certezza chi dovrà pagare la Tasi entro il 16 giugno bisognerà attendere il 31 maggio data entro la quale le delibere devono essere pubblicate on line sul sito del Mef.

Secondo le ultime dichiarazione del Premier Renzi e del presidente dell'Anci Fassino la data di versamento della Tasi potrebbe però subire un'ulteriore proroga e slittare al 16 ottobre 2014.

Pagamento Imu 2014

Per quanto riguarda l'Imu, non scatta nessuna proroga; per i comuni che non hanno deliberato, si pagherà regolarmente la prima rata entro il 16 giugno 2014, sulla base delle aliquote stabilite nel 2013 con conseguente saldo entro il 16 dicembre 2014.

Riepiloghiamo quindi di seguito la situazione, allo stato attuale, dei pagamenti e relative scadenze per la Tasi e L'Imu dovuti per l'anno 2014:

Tasi prima casa

Se il comune ha deliberato, si versa il primo acconto Tasi sulla base delle aliquote e detrazioni previste nelle delibere approvate.

Se il comune non ha deliberato la legge di conversione del decreto «salva-Roma», già prevede che nei Comuni senza delibera la Tasi sull'abitazione principale si deve pagare tutta entro il 16 dicembre, assieme al saldo sugli altri immobili e sull'Imu; quindi, salvo ulteriori modifiche, il pagamento resterebbe confermato in un'unica soluzione al 16 dicembre 2014.

I migliori video del giorno

Altri immobili Tasi e Imu

Se il comune ha deliberato, si paga regolarmente la prima rata di acconto per Tasi e Imu relativamente a tutti gli immobili diversi dall'abitazione principale secondo quanto previsto in delibera.

Se il comune non ha deliberato, si paga la prima rata di acconto Imu sulla base delle aliquote dell'anno precedente mentre per la Tasi si avrà la proroga del primo pagamento al 16 ottobre sulla base delle decisioni che i comuni nel frattempo assumeranno e entro il 16 dicembre 2014 si procederà al versamento del saldo dovuto.