Arriva la conferma per gli italiani sulle date di versamento per la Tasi, la tassa sui servizi indivisibili ossia illuminazione, manutenzione carreggiate, anagrafe, solo parte della Iuc, imposta unica comunale che dovranno pagare i contribuenti.

I bollettini saranno in bianco

La Gazzetta Ufficiale dello Stato ha pubblicato il bollettino di conto corrente postale sul quale versare i soldi da pagare. Il bollettino sarà però in bianco e non precompilato. Un altro compito che i comuni d'Italia lasciano agli italiani. Per chi non ha dunque dimestichezza con conto corrente, codici da inserire, percentuali e tanto di aliquote da tenere in conto, sono un vero e proprio dramma.

I bollettini sono stati, però, definiti illegittimi da Confedilizia andando in conflitto con quanto stabilito dalla legge di Stabilità, che prevede modelli già compilati dagli enti preposti.

Ecco come compilare l'F24

Il pagamento della #Tasi può essere effettuato con il classico bollettino F24, modello di pagamento per le imposte, in cui riportare il numero di conto corrente 1017381649. Sembra che il modello di pagamento per le imposte F24 rappresenti anche la modalità più agevole per il versamento del tributo. I codici da inserire per il pagamento all'interno del modello sono: '3958' per l'abitazione principale, '3961' per gli altri fabbricati; '3959' per i fabbricati rurali, '3960' per le zone edificabili.

Il caos e le possibili proroghe

Il caos è nato già a metà di questo mese quando non tutti i comuni sono riusciti a pubblicare le aliquote da adottare.

I migliori video del giorno

Migliaia di amministrazioni hanno dunque usufruito di una proroga di circa quattro mesi mentre per gli altri la data di scadenza resta il 16 giugno. Ci sono però buone possibilità che qualcosa cambi. A portare anche malcontento e confusione è l'imposizione della tassa non solo a proprietari ma anche agli inquilini, questi ultimi contribuiranno con una quota che oscilla tra il 10 e il 30 per cento. #imu